Consigli ad un aspirante studente smarrito

Area Off Topic si parla di tutto e come vi pare, no problem.
Regole del forum
Tutto ciò che ti piace e non riguarda la nostra professione.
Condividi la tua discussione preferita.
charliebrown
Newbie
Newbie
Messaggi: 2
Iscritto il: 26/03/2018, 16:05

Consigli ad un aspirante studente smarrito

Messaggio da leggere da charliebrown » 26/03/2018, 16:09

Ciao gente, googlando in cerca di informazioni, in un momento in cui sto cercando di progettarmi il futuro, sono spesso capitato in questo forum. Perciò ho deciso di iscrivermi e confrontarmi con voi.

Sono iscritto al terzo anno di economia, ma ho frequentato e dato gli esami solo il primo anno, e controvoglia. Mi forzavo a farlo. Al secondo anno sono totalmente crollato psicologicamente, ed al terzo ho iniziato a lavorare.
Una forte depressione mi ha portato a percorrere strade che non mi appartenevano, e che non mi facevano sentire appagato, ma l'intervento della persona che amo, insieme a quello di uno psicoterapeuta, hanno iniziato a farmi sentire vivo. Ho imparato ad autoanalizzarmi, ed ad analizzare gli altri. Lo trovo sia stimolante che divertente, e ho notato che riesco ad essere positivo anche per le altre persone.

Ultimamente però mi sento un po' giù al pensiero di fare per tutta la vita lavori generici poco stimolanti e precari. Fare l'operaio o risolvere problemi al pc alle persone mi fa sentire vuoto. Mi sento privo di significato, ed il mio unico obiettivo nella vita è la ricerca della felicità. Vorrei ottenerla io, e vorrei aiutare gli altri ad ottenerla. E mi sono reso conto che, occupandoti il lavoro tutta la giornata, è meglio trovare un lavoro che rispecchi le proprie inclinazioni. Vorrei tornare a studiare... ma questa volta qualcosa che mi interessi veramente. Vorrei che questa mia preferenza venisse messa a frutto. Io amo la psicologia, ma ho 22 anni, e preferirei riuscire in brevi tempi ad inserirmi nel mercato lavorativo con una laurea in tasca. Vorrei costruirmi una famiglia. Escludo ogni percorso di 5 anni. Se inizio devo farcela in 3 anni.

Mi piacerebbe tanto ad esempio aiutare le persone autistiche, down, con problemi psichiatrici o psicologici, o semplicemente emarginate.

Le discipline sanitarie mi allettano perché si hanno tante ore di pratica, ma sinceramente mi ritengo inadatto a fare ad esempio l'infermiere. Mi impressiono facilmente... però ho visto che ce ne sono alcune come logopedia, educazione professionale, tecniche di riabilitazione psichiatrica, assistenza sanitaria e terapia occupazionale che sembrano fare proprio al caso mio. Riguardo a logopedia so che è difficilissimo entrare, e che ha ottimi sbocchi, mentre per educazione professionale è il contrario. Riguardo alle altre non trovo alcun riferimento concernente le statistiche relative ad occupazione, e soddisfazione dei laureati... l'assistente sanitario mi sembra quasi una figura mitologica.

Insomma, io credo che almeno qualcuno di voi sia a contatto con alcune di queste figure... vorrei solo sapere cosa ne pensate, e se avete consigli li ascolto volentieri.

In pratica dovrei fare qualcosa che mi piace ovviamente, ma questa cosa deve anche permettermi di vivere. Ho il terrore di riiniziare a studiare per anni per poi ritrovarmi a svolgere questi lavori che ho adesso...

P.S. Scusate se ho scritto tanto e ho aperto un topic interamente dedicato a me stesso. So che è da egocentrici, ma ci tenevo particolarmente...

Avatar utente
xx46it
User Senior
User Senior
Messaggi: 3260
Iscritto il: 13/07/2009, 20:59

Re: Consigli ad un aspirante studente smarrito

Messaggio da leggere da xx46it » 29/03/2018, 21:28

Per uno che non vuole vedere sangue e lavorare in sanità.....
Tecnico di radiologia potrebbe fare al caso tuo.
"Ci sono due modi di vivere la vita, uno è come se niente fosse un miracolo, l'altro è come se tutto fosse un miracolo"
Albert Einstein

Avatar utente
franco
Super Mega User
Super Mega User
Messaggi: 5646
Iscritto il: 09/07/2009, 18:54
Lavoro e cerco...: Assistenza infermieristica di qualità da oltre 30 anni, che dire :-)
Località: Bologna
Contatta:

Re: Consigli ad un aspirante studente smarrito

Messaggio da leggere da franco » 30/03/2018, 7:11

Ci sono delle criticità enormi nella richiesta.
La prima è che il lavoro cambia, cosa è oggi un lavoro e le sue opportunità non si può sapere cosa sarà fra 3 anni.
A Bologna fino al 2009 facevano un concorso ogni 6 mesi, poi stop e concorso dopo 7 anni.
In sanità le assunzioni dipendono molto da scelte politiche.
Lavorare con i disabili potrà dare soddisfazione personale, ma non so a livello di stipendio, dato che molto è gestito dalle coop che devono lavorare a basso costo.
Non ti posso dire che un altro lavoro è bello solo perché vedi una persona "sorridente l" al lavoro, potrebbe essere solo una facciata.
Benvenuto :-) ,incertezze, per fare i primi passi, visita....Come funziona il forum
Quando si regala un idea bisogna essere coscienti che quell'idea possa piacere o no. Quando si riceve un regalo, almeno un grazie :-)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite