che fare?

Area Off Topic si parla di tutto e come vi pare, no problem.
Regole del forum
Tutto ciò che ti piace e non riguarda la nostra professione.
Condividi la tua discussione preferita.
zacchete
Newbie
Newbie
Messaggi: 1
Iscritto il: 22/09/2013, 9:22

che fare?

Messaggio da leggere da zacchete » 22/09/2013, 10:04

Buongiorno a tutti.
Nuova di questo forum, ho bisogno di pareri e consigli su una questione che mi disturba parecchio.
Ferma restando la conoscenza del nostro codice deontologico, più volte ribadito nelle ore di lavoro, nelle riunioni di reparto ecc, non so come contrastare/ arginare gli episodi di razzismo nei confronti dei pazienti da parte di alcune colleghe...
Ho parlato sia con la coordinatrice che con il primario, che mi danno ragione ma non intervengono...
Naturalmente non ci sono episodi eclatanti quando hanno il paziente e/o i parenti di fronte ( lavoro in pediatria) ma i commenti sono continui e molto sgradevoli. No sono più disposta a tollerare e non so come comportarmi, considerato che il confronto é quasi impossibile ( vengo deri
sa anche io..).
Che fare?

azbzzz
User Senior
User Senior
Messaggi: 2070
Iscritto il: 14/08/2010, 21:11
Lavoro e cerco...: Guardatevi dall' infermiere che dice di non trovare lavoro!

Re: che fare?

Messaggio da leggere da azbzzz » 22/09/2013, 18:04

Cambiare reparto? Vuoi tu muoverti per principio quando il dirigente maximo non fa una piega? Attenta a usare il termine razzismo che ha una ben definita connotazione giuridica. Attenta poi a non far nulla perche' un giorno potresti trovarti invischiata in seri problemi che riguardano il comportamento di TUTTO il personale settore comparto non certo dei laureati. : Sig :

Avatar utente
franco
Super Mega User
Super Mega User
Messaggi: 5445
Iscritto il: 09/07/2009, 18:54
Lavoro e cerco...: Assistenza infermieristica di qualità da oltre 25 anni, che dire :-)
Località: Bologna
Contatta:

Re: che fare?

Messaggio da leggere da franco » 23/09/2013, 10:58

Come dice azbzzz il razzismo è un reato.

Ma non è reato esserlo ma manifestarlo e renderlo evidente con delle azioni.

Il problema nasce dal fatto che la legge si estende anche all'etnia alla nazionalità e alla religione, ovvero alla discriminazione in generale.
Quindi razzismo uguale discriminazione.

Paradossalmente si fa discriminazione quando si decide arbitrariamente di dare la precedenza a quello con i vestiti belli piuttosto che al barbone, o viceversa.

Il razzismo e fare discriminazione fra i cittadini, l'accesso ai servizi e ai prodotti.
(Una parentesi, un paradosso è che il nostro stato crea differenze di accesso al lavoro dando agevolazioni ad un impresa che assume giovani sottopagati e mette fuori mercato un libero professionista/artigiano che a 50 anni con mutuo e figli si ritrova senza lavoro e speranze.)

Comunque.
Il razzista sa bene che è un reato ed è passato dalla propaganda dal dirlo espressamente all'incitare azioni subdole negli altri.
E' molto difficile cogliere il razzista in flagrante, anche perchè potresti sbagliarti e trovarti davanti solo a delle persone frustrate che si sfogano perchè insoddisfatte.

Il razzista che fa incitazione è esperto e subdolo abituato alla chiacchiera istigatrice e lavora sotto mai direttamente, e se ti battezza come amico o come nemico la chiacchiera è diversa, l'agire è diverso.
Tieni presente che razzismo e mobbing sono quelle cose che per i dirigenti...capitano solo agli altri e fanno fatica a riconoscere il fenomeno.

Adesso non avendo idea di cosa stai parlando si possono fare solo delle ipotesi del tipo:
Dichiarare espressamente in riunione di reparto che c'è un evento razzista è una tua dichiarazione che ti espone ad una reazione del collega di reinterpretazione dell'evento e se sei insistente di contrattacco, accusandoti di diffamazione.
Quindi vince lui/lei.

Diverso è dire in riunione, ho visto che pinco/palla hanno agito così, è corretto?
Come mi comporto io?
Lo mettiamo a verbale?

La seconda situazione è diversa, hai un verbale di riunione che discute di un comportamento e hai la dichiarazione che questo comportamento esiste e che ci sono situazioni in cui viene espresso.
Fai una riunione ne fai due o tre, metti a confronto persone concordi ad un sistema discriminante verso chi lo riconosce come tale e vedrai le posizioni.

Se non cambia nulla agirai però prima prenditi del tempo, cambiare per scelta degli altri non è bello.
: Thumbup :
Benvenuto :-) ,incertezze, per fare i primi passi, visita....Come funziona il forum
Quando si regala un idea bisogna essere coscienti che quell'idea possa piacere o no. Quando si riceve un regalo, almeno un grazie :-)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti