PRIVACY 2018

l'infermiere libero professionista, problemi, suggerimenti, idee e miti
Regole del forum
Importante, è necessario ricordarsi che le discussioni devono essere considerate come informali e non consulenze specializzate.
Condividi la tua discussione preferita.
Avatar utente
Ginevra
User
User
Messaggi: 376
Iscritto il: 28/12/2011, 15:45

PRIVACY 2018

Messaggio da leggere da Ginevra » 19/10/2018, 22:21

un bel casino!
Un giorno spensierato dove pensavo a tutto, tranne che a sta privacy, mi chiama la mia commercialista della CNA : << Ginevra, bisogna che vieni da me che ti devo aggiornare sulla privacy. >>
Dopo qualche giorno, mi riceve la signora Luisa con un sorriso che le arrivava alle orecchie ( già questo mi è sembrato alquanto strano, perchè tutte le altre volte è sempre stata ingrugnita). Mi fa accomodare davanti alla sua grande scrivania e mi comincia a parlare della nuova normativa Privacy. Bla bla bla, tutte informazioni che farebbero accapponare la pelle anche al più ottimista della terra.

Il suo sorriso continuava ad essere a 360 gradi. Il mio somigliava più al buco del cul prima di una rettoscopia.
Ogni tanto intercalavo con voce timida :<< Mi scusi, ma tutta sta roba, tocca anche a me?>>
E lei: << Certamente, tu tratti dati sensibili!>>
E io: << Ma io non lavoro in nessuna struttura privata, non ho un ambulatorio, sono una semplice infermiera privata a chiamata dell'utente. Faccio solo ricevute fiscali e neanche fatture!! >>
Lei adesso cambia espressione, (credo perchè ho osato mettere in discussione i 20 minuti di bla bla.. )
Adesso la sua faccia è quella di sempre: ingrugnita. Tira fuori da un cassetto un questionario fitto di domande.

Comincia l'interrogatorio:

- tratti dati sensibili dei tuoi clienti, come cognome nome indirizzo, cod fiscale del cliente paziente? Si
- i pazienti possono essere dei minori? Si ( qui mi ha messo una paura fottuta con i minori...)
- archivi in cartelle elettroniche? Si ( altra paura fottuta..)
- fai pubblicità su internet? Si
- hai dei fornitori per il materiale? Si
- usi le mail dei pazienti? Si

e continua con le domande che non mi riguardano perchè in quel plico ci sono tutte le attività commerciali...

Infine conclude:<< Ah! La tua privacy è più complicata di tutte le altre categorie, pari quasi a quella di dell'ospedale.>> "Azz," mi son detta, "e chi sarò mai" E lei: <<Ah, qui c'è da lavorarci sopra per preparare più moduli privacy:

* una per quando vai a fare i prelievi al domicilio-terapie varie..
* una per il tuo sito internet
* una per quando vai a fare gli ecg ( dove faccio l'anamnesi richiesta da telemedico)
* una per i fornitori
* una per il mio commercialista che tratta i miei dati sensibili
* una per i minori in cui DEVE FIRMARE SIA LA MADRE CHE IL PADRE!

Le dico che non è possibile un lavoro così, ma come si fa far firmare un modulo privacy che è lungo e scritto piccolissimo come quelli delle assicurazioni. Immagina di entrare a casa da un paziente anziano-vecchio che ti vede la prima volta e gli dici di firmare... Si spaventa, pensa che dietro quella firma gli vada a rubare i soldi in banca. E per i minori? Come la mettiamo se sono separati o magari uno è al lavoro?

E lei continua a ripetermi che mi devo tutelare:

<< TU TRATTI DATI SENSIBILI E SENSIBILISSIMI ( I MINORI). Tu vieni a conoscenza di dati sulla salute del paziente con una breve anamnesi quando esegui gli ecg. Questi dati viaggiono su internet CON LA TELEREFERTAZIONE e con la posta elettronica, per questo la privacy è molto severa. Tu archivi questi dati in cartelle compiuterizzate. Dati che vanno protetti con una password da cambiare ogni 3 mesi.>>

E io, sempre più sbigottita, le chiedo: << e se non la cambio sta password chi se ne accorge?>> E lei: << se ti fanno un controllo, se ne accorgono eccome, perchè vanno nel remoto del tuo pc e vedono quando l'hai cambiata l'ultima volta.>> Uffa che palle!

Infine, la signora Luisa, mi dice che tutta la fatica che dovrà fare per la stesura delle varie privacy, hanno un costo pari a 800 € e che cmq vado a pagare molto meno di un poliambulatorio.
Seee, bella consolazione.

Avatar utente
franco
Super Mega User
Super Mega User
Messaggi: 5673
Iscritto il: 09/07/2009, 18:54
Lavoro e cerco...: Assistenza infermieristica di qualità da oltre 30 anni, che dire :-)
Località: Bologna
Contatta:

Re: PRIVACY 2018

Messaggio da leggere da franco » 20/10/2018, 19:43

Anche io ho avuto CNA.
Tu potevi chiedergli, scusi mi fa l'elenco dei servizi per cui vi ho pagato?

Bene per la privacy ho un altro consulente.

I dati sono chiaramente riservati, c'è già il segreto professionale non serve la legge sulla privacy, quella si integra soprattutto se sei un azienda che fa attività commerciale.
Ad esempio il CNA che collega i tuoi dati alla carta fedeltà con gli sconti, oppure su un sito web ti devo dire che c'è il codice di google analytics e che adsense ti monitora.
I tuoi dati di fatture ci fai pubblicità?
Li chiami a casa per sapere se hanno bisogno di punture?
Allora devi fargli firmare un privacy che ti autorizza ad usare i dati che hai acquisito per uso commerciale.
In ospedale vero che si acquisisce il consenso dei dati, ma abbiamo cartelle digitalizzate che passano di mano in mano, in reparto, l'impiegato che scannerizza, l'informatico, il magazziniere, l'archivista al deposito centrale ecc.. I servizi informatici possono cambiare e se non hanno un vincolo contrattuale è un problema.
Se tu fai una fattura e basta e quei dati sono passati al tuo commercialista e lui ha l'obbligo della riservatezza, il percorso è molto chiaro e riservato.
In questo caso è sufficiente che scrivi che i dati saranno utilizzati solo per la fatturazione.
In questa pagina lo riportano:
per la fatturazione non serve far firmare un privacy
https://www.pmi.it/impresa/normativa/es ... tture.html

Questo file ti dice appunto cosa scrivere nelle fatture, anzi se controlli forse nei moduli c'è già.
https://euroservizimpresa.com/wp-conten ... atture.pdf
Benvenuto :-) ,incertezze, per fare i primi passi, visita....Come funziona il forum
Quando si regala un idea bisogna essere coscienti che quell'idea possa piacere o no. Quando si riceve un regalo, almeno un grazie :-)

Avatar utente
Ginevra
User
User
Messaggi: 376
Iscritto il: 28/12/2011, 15:45

Re: PRIVACY 2018

Messaggio da leggere da Ginevra » 20/10/2018, 21:06

franco ha scritto:
20/10/2018, 19:43
Anche io ho avuto CNA.
Tu potevi chiedergli, scusi mi fa l'elenco dei servizi per cui vi ho pagato?

Bene per la privacy ho un altro consulente.

I dati sono chiaramente riservati, c'è già il segreto professionale non serve la legge sulla privacy, quella si integra soprattutto se sei un azienda che fa attività commerciale.
Ad esempio il CNA che collega i tuoi dati alla carta fedeltà con gli sconti, oppure su un sito web ti devo dire che c'è il codice di google analytics e che adsense ti monitora.
I tuoi dati di fatture ci fai pubblicità?
Li chiami a casa per sapere se hanno bisogno di punture?
Allora devi fargli firmare un privacy che ti autorizza ad usare i dati che hai acquisito per uso commerciale.
In ospedale vero che si acquisisce il consenso dei dati, ma abbiamo cartelle digitalizzate che passano di mano in mano, in reparto, l'impiegato che scannerizza, l'informatico, il magazziniere, l'archivista al deposito centrale ecc.. I servizi informatici possono cambiare e se non hanno un vincolo contrattuale è un problema.
Se tu fai una fattura e basta e quei dati sono passati al tuo commercialista e lui ha l'obbligo della riservatezza, il percorso è molto chiaro e riservato.
In questo caso è sufficiente che scrivi che i dati saranno utilizzati solo per la fatturazione.
In questa pagina lo riportano:
per la fatturazione non serve far firmare un privacy
https://www.pmi.it/impresa/normativa/es ... tture.html

Questo file ti dice appunto cosa scrivere nelle fatture, anzi se controlli forse nei moduli c'è già.
https://euroservizimpresa.com/wp-conten ... atture.pdf
Ciao Franco,
allora mi hanno fregato 800 € per una modulistica quasi inutile.

Ricapitolando:

1 faccio un ecg a trasmissione telematica, per cui i dati sensibili sono memorizzati su una piattaforma internet sella società per cui collaboro.
Faccio firmare il modulo privacy.

2 l'utente vuole il referto-ecg via mail , basta aggiungere a penna l'indirizzo mail sul modulo privacy?

3 faccio un prelievo a domicilio, se ho ben capito, basta un timbro sulla ricevuta fiscale o fattura come questo :

Trattiamo i Vostri dati per fini amministrativi
e contabili. Li tuteliamo rispettando la
Privacy e a richiesta rimettiamo Informativa
completa ai sensi dell’art. 13 D.Lgs. 196/03.


perchè il percorso della ricevuta o fattura, è breve: passa nelle mie mani e in quelle del mio commercialista. STOP. Tutti e due con obbligo del segreto professionale.

4 faccio un cartello pubblicitario cartaceo con i miei dati di fatturazione senza la mail. Qui non ho capito la privacy cosa centra.
5 faccio un sito internet in cui è disponibile solo il mio recapito telefonico. Va inserita la normativa privacy?

Grazie Franco per la collaborazione : Love :

Avatar utente
franco
Super Mega User
Super Mega User
Messaggi: 5673
Iscritto il: 09/07/2009, 18:54
Lavoro e cerco...: Assistenza infermieristica di qualità da oltre 30 anni, che dire :-)
Località: Bologna
Contatta:

Re: PRIVACY 2018

Messaggio da leggere da franco » 21/10/2018, 7:07

1)Se collabori con una società, loro avranno il modulo privacy, non possono permettersi che se hanno 10 o 100 infermieri ci siano moduli diversi.
2)se il paziente vuole il referto via email lo mandi tu con la tua email o la società direttamente, nel primo caso servono due righe scritte che non usi l'email per fini commerciali, nel secondo la società ti deve dare il modulo.
3)La ricevuta è un utilizzo dei dati a norma di legge, se poi tu raccogli tutti gli indirizzi e mandi pubblicità, allora devi inserire un indicazione che userai i dati per altri fini e chiedi l'autorizzazione.
4)cartello pubblicitario i dati devono essere veritieri e secondo le indicazioni dell'ordine.
5)il sito web raccoglie e inserisce cookies tracciabili che usano dei dati aggregati, quel pulsantino o link antipatico che si deve accettare te lo fa chi fa il sito web.

Non sei un azienda che lucra sugli indirizzi e manda telefonate a tutto andare.
Benvenuto :-) ,incertezze, per fare i primi passi, visita....Come funziona il forum
Quando si regala un idea bisogna essere coscienti che quell'idea possa piacere o no. Quando si riceve un regalo, almeno un grazie :-)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite