Studenti in rivolta e gli infermieri?

Questo è un forum di discussione generale per gli studenti di infermieristica, master e specialistica.
Regole del forum
Questo è un forum di discussione generale per gli studenti di infermieristica, master e specialistica.
Condividi la tua discussione preferita.
Avatar utente
franco
Super Mega User
Super Mega User
Messaggi: 5768
Iscritto il: 09/07/2009, 18:54
Lavoro e cerco...: Assistenza infermieristica di qualità da oltre 30 anni, che dire :-)
Località: Bologna
Contatta:

Studenti in rivolta e gli infermieri?

Messaggio da leggere da franco » 25/11/2010, 20:52

Ciao
ma ci sono anche studenti infermieri fra gli studenti in rivolta?
http://www.youreporter.it/video_Scontri ... a_carica_1

: Wink :
Benvenuto :-) ,incertezze, per fare i primi passi, visita....Come funziona il forum
Quando si regala un idea bisogna essere coscienti che quell'idea possa piacere o no. Quando si riceve un regalo, almeno un grazie :-)

Avatar utente
susanna
User Senior
User Senior
Messaggi: 2501
Iscritto il: 11/07/2009, 21:35
Lavoro e cerco...: "THE FUTURE IS UNWRITTEN" Joe Strummer
Località: mantova

Re: Studenti in rivolta e gli infermieri?

Messaggio da leggere da susanna » 25/11/2010, 20:56

Dato non pervenuto...
"Resto allibito dalla fatica che certe persone fanno per rimanere gli stronzi che sono"

Joe Strummer

Avatar utente
xx46it
User Senior
User Senior
Messaggi: 3289
Iscritto il: 13/07/2009, 20:59

Re: Studenti in rivolta e gli infermieri?

Messaggio da leggere da xx46it » 25/11/2010, 21:10

Franco speriamo di no...se ci ammaccano i giovani come facciamo? Suggerisco agli studenti di infermieristica di stare al coperto.... : Thumbup :
"Ci sono due modi di vivere la vita, uno è come se niente fosse un miracolo, l'altro è come se tutto fosse un miracolo"
Albert Einstein

Avatar utente
franco
Super Mega User
Super Mega User
Messaggi: 5768
Iscritto il: 09/07/2009, 18:54
Lavoro e cerco...: Assistenza infermieristica di qualità da oltre 30 anni, che dire :-)
Località: Bologna
Contatta:

Re: Studenti in rivolta e gli infermieri?

Messaggio da leggere da franco » 25/11/2010, 21:13

La tempesta tempra.
E poi potrebbero anche fare proteste pacifiche.
: Groupwave :
Benvenuto :-) ,incertezze, per fare i primi passi, visita....Come funziona il forum
Quando si regala un idea bisogna essere coscienti che quell'idea possa piacere o no. Quando si riceve un regalo, almeno un grazie :-)

Raffa79
User
User
Messaggi: 118
Iscritto il: 15/02/2010, 16:19

Re: Studenti in rivolta e gli infermieri?

Messaggio da leggere da Raffa79 » 26/11/2010, 8:50

infatti...alzare la testa serve a rinforzare il carattere e prendere coscienza che se non lotti non ottieni nulla, specialmente in questo "strano" paese.
Il problema è che tra i dimostranti pacifici, lì solo con l'intento di partecipare ad un miglioramento della propria condizione, si nasconde sempre il violento che fà precipitare la situazione.
Ovviamente a qualcuno ciò fà comodo perchè gli consente di strumentalizzare l'accaduto e spostare l'attenzione dalle motivazioni della protesta ai danni causati dagli imbecilli.

A tutti gli studenti un messaggio...non fate gli struzzi...che prima o poi la testa la dovrete tirare fuori dalla sabbia!!!!!!!!

Avatar utente
susanna
User Senior
User Senior
Messaggi: 2501
Iscritto il: 11/07/2009, 21:35
Lavoro e cerco...: "THE FUTURE IS UNWRITTEN" Joe Strummer
Località: mantova

Re: Studenti in rivolta e gli infermieri?

Messaggio da leggere da susanna » 26/11/2010, 10:46

Manifestare ed esporre il proprio dissenso, in ogni Paese civile, è considerato un diritto.
Da noi, ormai, è diventato un atto sovversivo; e capita che le vittime di una situazione (vedi manifestanti di Terzigno) diventino -il nemico dello Stato-, da reprimere e zittire in ogni modo.
Consigliare di "stare al coperto", cara xx46, è consigliare di non vedere, non sentire,non discutere.
Brutto segno.
"Resto allibito dalla fatica che certe persone fanno per rimanere gli stronzi che sono"

Joe Strummer

Avatar utente
xx46it
User Senior
User Senior
Messaggi: 3289
Iscritto il: 13/07/2009, 20:59

Re: Studenti in rivolta e gli infermieri?

Messaggio da leggere da xx46it » 26/11/2010, 10:56

Altro messaggio agli studenti....non fatevi strumentalizzare. La legge di riforma della Gelmini siete sicuri che non vi vada bene ? Sapere sempre su cosa si sta manifestando è fondamentale.
Sarebbe triste essere presi a manganellate solo per favorire gli interessi del vostro professore titolare di cattedra che non vi fa lezione da mesi...ma che percepisce uno stipendio principesco.....oppure per evitare la chiusura della facoltà di scienze del benessere del gatto e del cane....oppure scienze equine....che hanno certamente degli studenti che saranno dei disoccupati dottori.
Si tratta di pura intelligenza nel non voler essere strumento di nessuna lobby....ma solo studenti con il pieno diritto di studiare. POi personalmente la riforma Gelmini la approvo.
"Ci sono due modi di vivere la vita, uno è come se niente fosse un miracolo, l'altro è come se tutto fosse un miracolo"
Albert Einstein

Avatar utente
susanna
User Senior
User Senior
Messaggi: 2501
Iscritto il: 11/07/2009, 21:35
Lavoro e cerco...: "THE FUTURE IS UNWRITTEN" Joe Strummer
Località: mantova

Re: Studenti in rivolta e gli infermieri?

Messaggio da leggere da susanna » 26/11/2010, 11:59

Posto che:
. i ricercatori che non riusciranno a avere una cattedra entro 6 anni (o, in soldoni, non saranno raccomandati entro 6 anni), non potranno più insegnare (a prescindere dal "merito")
. i fondi, in toto, alla ricerca sono stati tagliati.
. i fondi per istituire commissioni di valutazione, direttori generali e agenzie di controllo, invece, sono stati istituiti (senza specificare da dove dovrebbero arrivare questi fondi)
. verranno istituite borse di studio per gli studenti meritevoli a prescindere dalla SITUAZIONE ECONOMICA della famiglia di appartenenza; il che significa che i figli della Marcegaglia o di Montezemolo, che non hanno un lavoro per mantenersi e che non fanno una pippa tutto il giorno, potranno seguire il cdl con tranquillità, senza andare fuori corso, probabilmente ottenendo valutazioni buone (e vorrei vedere...) e avranno pure una borsa di studio, a prescindere dal patrimonio di famiglia....
posto tutto ciò, credo fermamente che rimanga, e debba rimanere, un diritto manifestare il proprio dissenso, sempre e comunque, soprattutto in un momento in cui il "pecoronismo" è diventato un valore aggiunto.
Fino a prova contraria, si può ancora dire NO.
"Resto allibito dalla fatica che certe persone fanno per rimanere gli stronzi che sono"

Joe Strummer

Raffa79
User
User
Messaggi: 118
Iscritto il: 15/02/2010, 16:19

Re: Studenti in rivolta e gli infermieri?

Messaggio da leggere da Raffa79 » 26/11/2010, 12:29

e non dimentichiamoci che i tagli sulla scuola pubblica vengono bilanciati da un aumento dei fondi destinati alle scuole private dove la retta annuale supera di solito i 10.000,00 euro!!!!!!!!
Però se penso che una buona parte delle scuole private rientra sotto la Curia...allora i conti mi tornano...!!!!

Avatar utente
xx46it
User Senior
User Senior
Messaggi: 3289
Iscritto il: 13/07/2009, 20:59

Re: Studenti in rivolta e gli infermieri?

Messaggio da leggere da xx46it » 26/11/2010, 16:36

Più che giusto protestare se non si è daccordo, senza la pretesa magari di tirare uova in senato....o di aggredire le forze dell'ordine che, come sapete, la sottoscritta rispetta molto essendo figlia di persona che ha portato la divisa tutta la vita....ma l'ho già scritto questo.
Poi, a prescindere , dei ricercatori universitari non mi importa un granchè Susanna, di noi infermieri non frega niente a nessuno....figurati quanto può interessarmi il destino lavorativo di un ricercatore, io al posto suo me ne andrei all'estero...tanto per fare bene e dare sbocco ai miei studi...
i figli dei signori da te citati dubito che studino in Italia, in genere vanno all'estero, lontano da chi li conosce per vivere tranquilli, con la sicurezza economica in tasca se ne vanno a studiare in prestigiose università straniere...con la spiaggia davanti e il cottage a disposizione...te li vedi in aula a Bologna (e ti nomino una delle più prestigiose università italiane).
Sulla scuola privata sono daccordo con voi, ma del resto il rovescio della medaglia c'è sempre...
poi dico.... che se uno studente paga per andare all'università e vuole seguire una lezione, nessuno deve poter turbare il suo studio...aule occupate...manifestazioni...professori che fanno sciopero....ma si può scioperare i mesi? Loro evidentemente si, noi non potremmo mai.
"Ci sono due modi di vivere la vita, uno è come se niente fosse un miracolo, l'altro è come se tutto fosse un miracolo"
Albert Einstein

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti