demotivato e depresso... tempo di cambiare strada?

Forum di discussione generale per gli infermieri
Regole del forum
La domanda è il punto di partenza per arrivare ad una o a tante risposte.
Condividi la tua discussione preferita.
Avatar utente
xx46it
User Senior
User Senior
Messaggi: 3244
Iscritto il: 13/07/2009, 20:59

Re: demotivato e depresso... tempo di cambiare strada?

Messaggio da leggere da xx46it » 07/05/2014, 15:08

La professione infermieristica è sicuramente sottostimata, dagli altri però, non dobbiamo farlo noi. E' una professione di relazione, a relazionarsi s'impara , ci vuole la capacità e il metodo, che si impari all'università non credo, comunque richiede impegno.
Quando scrivo che è poco plausibile fare l'infermiere all'estero è perchè comunicare è la nostra peculiarità e a meno che non si cresca bilingui è impensabile stabilire una relazione d'aiuto masticando una lingua così così.
Non c'è specificità perchè non è necessario ci sia. Un chimico o un farmacista non cambiano pannoloni perchè non è il loro lavoro, ma se si devono impolverare il camice in magazzino, con tanto di ragnatela in testa per cercare un farmaco o un reagente lo fanno.
Assistere senza far sentire il paziente un derelitto è una scienza di tutto rispetto, senza tutte quelle lezioni intorno ad un letto finto e con manichino sarebbe molto più difficile.
Vediamo quanto è importante saperlo fare in poche e decisive manovre, la badante a casa, salvo casi rari, sballotta il pz come un sacco di patate, non solo la badante, ma anche un familiare , non per incuria , ma per incapacità.
Che poi un infermiere è libero di cambiare lavoro e fare altro penso sia salutare e legittimo, ognuno di noi forse vorrebbe,la malattia e la sofferenza stancano, non sempre si metabolizzano, la voglia di fuga è fisiologica.
IL problema non è un lavoro assolutamente necessario e degno, ma il nostro stato d'animo di cui, naturalmente, non dobbiamo rendere conto a nessuno.
Siamo professionisti di serie B solo se cominciamo a pensarlo noi per primi, non perchè si fa un giro letti che peraltro sarebbe un compito oss, noi lo facciamo solo perchè siamo troppi noi e pochi gli oss, non dovrebbe funzionare così.
Non penso sia colpa nostra se le cose non funzionano, abbiamo dei dirigenti ipasvi, ma torniamo sui soliti discorsi.
"Ci sono due modi di vivere la vita, uno è come se niente fosse un miracolo, l'altro è come se tutto fosse un miracolo"
Albert Einstein

Avatar utente
picard
User Senior
User Senior
Messaggi: 2598
Iscritto il: 14/07/2009, 17:39

Re: demotivato e depresso... tempo di cambiare strada?

Messaggio da leggere da picard » 07/05/2014, 16:18

Paola, il tuo discorso, se da un lato è condivisibile in termini etici e/o morali dall’altro no perchè non si può pretendere di tacciare di atto denigratorio colui che, in piena libertà di pensiero, esterna le sue considerazioni sul lavoro che svolge, tanto meno si può dire che chi, sulla scorta dell’esperienza professionale maturata, è riuscito ad accorgersi dei molteplici aspetti negativi che caratterizzano il proprio lavoro e poi pensare di poter tradurre tutto come l’azione “dello sputare nel piatto in cui si mangia”. Sia chiaro Paola, con questo che dico, non intendo assolutamente sminuire la tua posizione, anche perché sai che la stima è reciproca….
Ora:
vogliamo parlare della specificità professionale dell’infermiere?
Bene, cerco di parlare in termini più consoni e diversi da come fa Tiz… e noi altri, anche se la forma, a mio modesto parere, non cambierà mai la sostanza. Quindi dire cure corporali/igieniche anziché pulire culi non è che cambi molto.
Dunque, e adesso divento tedioso nel ripetermi, la domanda che ti pongo è:
Veramente è necessaria una laurea o un qualunque altro diploma di scuola secondaria superiore per:
- Praticare cure corporali/igieniche?
- Rispondere al pzt che ti chiama con campanello per farsi chiudere la finestra, rimboccare le coperte, spegnere la luce, la tv, farsi passare il pappagallo e/o vuotarlo?
- Per seguire la visita medica e rilevare parametri vitali, scoprire toraci, addomi ed altri parti anatomiche perché così ordina il (VERO) professionista?
- Distribuire i pasti, snack e bevande varie?
- Fare e disfare letti?
- Trasporto pazienti, trasporto salme, trasporto materiale biologico-sanitario?
Vedi Paola…….. dobbiamo continuare?
Un professionista sanitario, nostro pari grado, di tutte le incombenze che ruotano attorno al paziente se ne strafrega, NOI E SOLO NOI NO.
E allora è ovvio che a Tiz…, al cospetto di un ft, lp, tsrm, ecce cc, vengano dubbi ed è bene che li metta in luce perché solo così, probabilmente, si può uscire dal recinto mentale in cui vengono confinati gli infermieri dagli infermieri soloni che gli bombardano le meningi di DI inutili e di mille altre banalità!!!
Concludo: è necessaria una presa di coscienza categoriale tesa a modificare lo stato delle cose allo scopo d’implementare al meglio questo lavoro (non professione a mio avviso) anche perché l’evoluzione dell’intelligenza umana (badanti e colf docet, lo ripeto), ha reso esplicabili, per il 95% delle volte, gli atti “professionali” dell’infermiere da chiunque sprovvisto di diploma o laurea.




Pic.......... : Sailor :
ASSISTENTE CLINICO NON INFERMIERE
Dott. Picard......

Avatar utente
tibor
User
User
Messaggi: 415
Iscritto il: 23/03/2010, 13:53

Re: demotivato e depresso... tempo di cambiare strada?

Messaggio da leggere da tibor » 07/05/2014, 17:23

(ciao Picard!)

ma no, (secondo alcuni) l'infermieristica è la scienza della relazione (eh?)..
e che nessuno al mondo saprà mai esprimere se non un infermiere (laureato e non)..bah

gnappo
User
User
Messaggi: 162
Iscritto il: 28/10/2009, 22:25

Re: demotivato e depresso... tempo di cambiare strada?

Messaggio da leggere da gnappo » 07/05/2014, 18:10

Però a me risulta che in alcune realtà, vedasi l UK, l'infermiere se vuole può ,attraverso master e corsi aggiuntivi (pagati tra le altre cose dall'ospedale in cui si lavora), ambire a qualcosa di meglio.... cosa che in italia è pura utopia!
Correggetemi se sbaglio!

Avatar utente
tiziano 85
User expert
User expert
Messaggi: 688
Iscritto il: 29/11/2009, 16:32
Località: Vallecamonica (BS)

Re: demotivato e depresso... tempo di cambiare strada?

Messaggio da leggere da tiziano 85 » 11/05/2014, 13:52

Si in Inghilterra. .. ma in italia... con questo corso di laurea che vuoi che ci facciano fare? Che ci faccian prescrivere? I master sono osceni servon solo per spender soldi... con questa formazione piu di cosi. ..
Meglio stare zitti e sembrare stupidi che parlare e togliere ogni dubbio..

Avatar utente
picard
User Senior
User Senior
Messaggi: 2598
Iscritto il: 14/07/2009, 17:39

Re: demotivato e depresso... tempo di cambiare strada?

Messaggio da leggere da picard » 13/05/2014, 17:51

Tizzz.... fatti NON chiacchiere, vacue chiacchiere.....
Lascia UK, Uganda, Svizzera, Francia e Canicattì e fai quello che devi fare. Un giorno, quando sarò un po meno ragazzo di oggi, se mi incontrerai dovrai solo dirmi: grazie zio Pic per i consigli gratuiti oltre che, ovviamente, offrirmi il caffè............ : Chessygrin : : Chessygrin : : Thumbup :




Pic.......... : Sailor :
ASSISTENTE CLINICO NON INFERMIERE
Dott. Picard......

Avatar utente
tiziano 85
User expert
User expert
Messaggi: 688
Iscritto il: 29/11/2009, 16:32
Località: Vallecamonica (BS)

Re: demotivato e depresso... tempo di cambiare strada?

Messaggio da leggere da tiziano 85 » 14/05/2014, 11:39

ma infatti io a settembre me ne ritorno all'uni.. purtroppo a 29 anni e dovendo lavorare.. avrei dovuto fare l'uni a 19 anni e farla a tempo pieno e divertirmi... cosa mi son perso! : Sad :
ma siccome tornare indietro non si può vado avanti... mi iscrivo a una laurea di 5 anni e si vedrà,e del resto è la laurea che ho sempre voluto fare e che per motivi economici non son mai riuscito a frequentare... ora grazie al lavoro da infermiere posso.
Meglio stare zitti e sembrare stupidi che parlare e togliere ogni dubbio..

gnappo
User
User
Messaggi: 162
Iscritto il: 28/10/2009, 22:25

Re: demotivato e depresso... tempo di cambiare strada?

Messaggio da leggere da gnappo » 20/05/2014, 18:56

Posso sapere quale facoltà??? di questi tempi chi esce dall'uni poi finisce nei call center!

Avatar utente
tiziano 85
User expert
User expert
Messaggi: 688
Iscritto il: 29/11/2009, 16:32
Località: Vallecamonica (BS)

Re: demotivato e depresso... tempo di cambiare strada?

Messaggio da leggere da tiziano 85 » 20/05/2014, 23:25

Si te lo dico in mp
Meglio stare zitti e sembrare stupidi che parlare e togliere ogni dubbio..

gnappo
User
User
Messaggi: 162
Iscritto il: 28/10/2009, 22:25

Re: demotivato e depresso... tempo di cambiare strada?

Messaggio da leggere da gnappo » 22/05/2014, 15:16

Dal prossimo anno medicina senza test di ingresso....
ma forse la vita è troppo breve per studiare altri 10 anni (a 30 anni suonati)!
: Blink :

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti