esistono scale di valutazione x pz psichiatrici??

Un forum dove segnalare, le scale di valutazione e i suggerimenti per il loro utilizzo.
Regole del forum
Le scale di valutazione sono un elemento tecnico di crescita della nostra professione.
Condividi la tua discussione preferita.
Avatar utente
cheky86
New User
New User
Messaggi: 57
Iscritto il: 10/03/2010, 20:00

esistono scale di valutazione x pz psichiatrici??

Messaggio da leggere da cheky86 » 10/11/2011, 22:58

salve a tutti,
sono un infermiera che da poco lavora in un reparto di psichiatria e in questi giorni stiamo cercando di modificare la cartella infermieristica (che come accertamento e valutazione non ha un gran che) e vorrei un aiuto...
esistono delle scale di valutazione applicabili al paziente con problemi psichiatrici? o quali tipi di scale di valutazione e accertamento mi consigliate per valutare la situazione iniziale e poi poter fare una rivalutazione a distanza di tempo?
mi farebbe piacere anche se avete da consigliarmi anche siti internet..
Grazie in anticipo

Avatar utente
skyes
User Senior
User Senior
Messaggi: 1165
Iscritto il: 12/07/2009, 11:54
Località: Treviso, operativa in Svizzera

Re: esistono scale di valutazione x pz psichiatrici??

Messaggio da leggere da skyes » 10/12/2011, 11:20

Benvenuta Cheky,

trovi delle scale di valutazione dello "Stato mentale", "Psichiatrico",dei "Livelli d'ansia", e della "Dipendenza da sostanze psicoattive".

le trovi all'interno di questo thread, clicca qui: http://forum.infermieriattivi.it/viewto ... ?f=37&t=52

xeristar
Newbie
Newbie
Messaggi: 4
Iscritto il: 16/09/2012, 12:50
Lavoro e cerco...: piccolo sulla piccola Terra, l'uomo comtempla l'universo del quale è a tempo giudice e vittima.. W.H.Auden

Re: esistono scale di valutazione x pz psichiatrici??

Messaggio da leggere da xeristar » 02/10/2012, 16:33

cheky86 ha scritto:esistono delle scale di valutazione applicabili al paziente con problemi psichiatrici? o quali tipi di scale di valutazione e accertamento mi consigliate per valutare la situazione iniziale e poi poter fare una rivalutazione a distanza di tempo?
mi farebbe piacere anche se avete da consigliarmi anche siti internet..
Cheky86 a distanza di tempo agginugo un ulteriore risposta al tuo post. Ritengo l'ausilio di scale di valutazione come mero tecnicismo di un ambito assistenziale che deve necessariamente tenere conto di una serie di valutazioni, attuate attraverso un approcio bio-psico-sociale, il solo che ti potrà permettere di attuare un corretto giudizio clinico nella persona presa in carico in ambito psichiatrico.
Non esistono scale di valutazione per questo, sarebbe riduttivo. Considera sempre la persona per quello che è, per quello che considera come ambito reale, interno ed esterno a sè, per il suo vissuto e come disse un bravo psichiatra un tempo..lascia da parte la patologia per un attimo e considera la persona, con i suoi diritti fondamentali e la sua libertà..questo è quello che ha permesso di chiudere i manicomi. un buon sito: www.riabilitazionepsichiatrica.com : Sailor :
La conoscenza è la chiave di tutte le cose

Avatar utente
skyes
User Senior
User Senior
Messaggi: 1165
Iscritto il: 12/07/2009, 11:54
Località: Treviso, operativa in Svizzera

Re: esistono scale di valutazione x pz psichiatrici??

Messaggio da leggere da skyes » 13/10/2012, 12:50

Nell'ambito psichiatrico:
xeristar ha scritto:(..) l'ausilio di scale di valutazione come mero tecnicismo di un ambito assistenziale che deve necessariamente tenere conto di una serie di valutazioni, attuate attraverso un approcio bio-psico-sociale (...)
Esatto.

frankinf
User
User
Messaggi: 146
Iscritto il: 12/07/2009, 18:20

Re: esistono scale di valutazione x pz psichiatrici??

Messaggio da leggere da frankinf » 17/10/2013, 12:11

Nella mia assistenza devo osservare vari campi della singola persona(stato emotivo, relazioni con gli altri, attività di vita quotiane, grado di autonomia, insonnia, ecc.) e quindi per ogni singolo campo mi è utile ,se non adirittura necessario, un sistema di valutazione oggettivo, sia per stabilire gli interventi da fare e sia per valutare gli esti di tali interventi.
Una persona è ansiosa: come registro e quindi comunico quanto è ansiosa e se lo è più o meno di ieri con un sistema oggettivo?
La scala di valutazione è solo uno strumento.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite