Vincolo permanenza

In questo spazio cerchiamo di aiutarci per reperire le leggi e a capirle.
Regole del forum
E' necessario ricordarsi che le discussioni devono essere considerate come informali e non consulenze specializzate.
Condividi la tua discussione preferita.
Rispondi
Ericabi
Newbie
Newbie
Messaggi: 5
Iscritto il: mar nov 03, 2020 11:52 am

Vincolo permanenza

Messaggio da Ericabi »

Salve a tutti, lavoro ormai da un anno in un'ospedale lombardo e vorrei tanto tornare nella mia città natale, Roma. Sto cercando disperatamente cambi compensativi, ma è praticamente impossibile.
Leggevo nel mio contratto il comma che riguarda il vincolo di permanenza della durata di tre anni. Subito dopo viene riportato che in caso di inadempimento, sarei tenuta a versare una mora corrispondente a tre mensilità lavorative.
Alla luce di ciò, potrei chiedere la mobilità volontaria a prescindere dal vincolo di permanenza?
Avatar utente
franco
Super Mega User
Super Mega User
Messaggi: 6221
Iscritto il: gio lug 09, 2009 6:54 pm
Lavoro e cerco...: Assistenza infermieristica di qualità da oltre 30 anni, che dire :-)
Località: Bologna
Contatta:

Re: Vincolo permanenza

Messaggio da franco »

Ciao Erica
Puoi allegare il contratto?
Benvenuto :-) ,incertezze, per fare i primi passi, visita....Come funziona il forum
Quando si regala un idea bisogna essere coscienti che quell'idea possa piacere o no. Quando si riceve un regalo, almeno un grazie :-)
Avatar utente
franco
Super Mega User
Super Mega User
Messaggi: 6221
Iscritto il: gio lug 09, 2009 6:54 pm
Lavoro e cerco...: Assistenza infermieristica di qualità da oltre 30 anni, che dire :-)
Località: Bologna
Contatta:

Re: Vincolo permanenza

Messaggio da franco »

Il vincolo di solito riguarda i concorsi per mobilità.
Cerco gli articoli.
Benvenuto :-) ,incertezze, per fare i primi passi, visita....Come funziona il forum
Quando si regala un idea bisogna essere coscienti che quell'idea possa piacere o no. Quando si riceve un regalo, almeno un grazie :-)
Avatar utente
franco
Super Mega User
Super Mega User
Messaggi: 6221
Iscritto il: gio lug 09, 2009 6:54 pm
Lavoro e cerco...: Assistenza infermieristica di qualità da oltre 30 anni, che dire :-)
Località: Bologna
Contatta:

Re: Vincolo permanenza

Messaggio da franco »

Ciao
Nel concorso di Bologna o nei concorsi in generale ci sono delle clausole come quella sotto:

9 - Adempimenti dei vincitori

I concorrenti dichiarati vincitori e comunque coloro che saranno chiamati in servizio a qualsiasi titolo, dovranno stipulare con l’Amministrazione reclutante un contratto di lavoro individuale secondo i disposti del contratto di lavoro del personale del comparto del Servizio Sanitario Nazionale attualmente vigente subordinatamente alla presentazione, nel termine di giorni 30 dalla richiesta dell’Amministrazione, dei documenti elencati nella richiesta stessa.

L'assunzione in servizio, potrà essere temporaneamente sospesa o comunque ritardata in relazione alla presenza di norme che stabiliscano il blocco delle assunzioni ancorché con la previsione dell'eccezionale possibilità di deroghe.

Il personale che verrà assunto dovrà essere disponibile ad operare presso tutte le strutture presenti sul territorio dell’Amministrazione reclutante.

L’assunzione in servizio a tempo indeterminato comporta l’obbligo di permanenza alle dipendenze dell’Amministrazione di prima assunzione per un periodo di cinque anni in conformità all’art. 35 del D.Lgs. n. 165/2001, anche nel caso di utilizzo della graduatoria da parte di altre Amministrazioni, ai sensi dell’art. 3, comma 61, della L. n. 350/2003.

L’Azienda USL di Bologna si riserva di disporre l'eventuale proroga dei termini del bando, la loro sospensione o modificazione, la revoca o l'annullamento dello stesso in relazione all'esistenza di motivi di pubblico interesse concreto ed attuale, o in presenza di vincoli legislativi nazionali o regionali in materia di assunzione di personale.

In applicazione del D.P.R. 62/2013 (Regolamento recante “Codice di comportamento dei dipendenti delle Pubbliche Amministrazioni”) si fa presente che il candidato vincitore dovrà rendere le dichiarazioni previste dalla normativa introdotta in materia di anticorruzione obbligatoriamente prima della stipulazione del contratto individuale di lavoro. Si precisa che il codice di comportamento è pubblicato sui siti istituzionali delle Amministrazioni coinvolte

Tutti i dati di cui l'Amministrazione verrà in possesso a seguito della presente procedura verranno trattati nel rispetto del D.Lgs. 30/6/2003, n. 196 e del Regolamento Europeo 2016/679; la presentazione della domanda di partecipazione al concorso da parte dei candidati implica il consenso al trattamento dei dati personali, compresi i dati sensibili, a cura dell'ufficio preposto alla conservazione delle domande ed all'utilizzo delle stesse per lo svolgimento delle procedure finalizzate al concorso.

Questo Ente informa i partecipanti alle procedure di cui al presente bando che i dati personali ad Essi relativi saranno oggetto di trattamento da parte della competente Unità Operativa con modalità sia manuale che informatizzata, e che titolare è l’Azienda USL di Bologna.

Il conferimento dei dati personali è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione. Il mancato conferimento comporta l’esclusione dalla procedura concorsuale.

Tali dati saranno comunicati o diffusi ai soggetti espressamente incaricati del trattamento, o in presenza di specifici obblighi previsti dalla legge, dalla normativa comunitaria o dai regolamenti.

La presentazione della domanda al presente bando comporta l’accettazione incondizionata delle norme contenute nel presente bando. Per tutto quanto non esplicitamente previsto nel presente avviso si fa richiamo alle vigenti disposizioni in materia.

Lo stato giuridico ed economico inerente ai posti messi a concorso è regolato dalle norme legislative e contrattuali vigenti.

Ai sensi di quanto disposto dall’art. 7 del D.Lgs. 30/3/2001, n. 165, per l’accesso al lavoro ed il trattamento sul lavoro, è garantita parità e pari opportunità tra uomini e donne.

Per tutto quanto non previsto dal presente bando si fa riferimento alla vigente normativa in materia ed, in particolare, al D.P.R. 27/3/2001, n. 220 «Regolamento recante disciplina concorsuale del personale non dirigenziale del Servizio Sanitario Nazionale».
Benvenuto :-) ,incertezze, per fare i primi passi, visita....Come funziona il forum
Quando si regala un idea bisogna essere coscienti che quell'idea possa piacere o no. Quando si riceve un regalo, almeno un grazie :-)
Avatar utente
franco
Super Mega User
Super Mega User
Messaggi: 6221
Iscritto il: gio lug 09, 2009 6:54 pm
Lavoro e cerco...: Assistenza infermieristica di qualità da oltre 30 anni, che dire :-)
Località: Bologna
Contatta:

Re: Vincolo permanenza

Messaggio da franco »

L'obbligo di permanenza di 5 anni è riportato nell'art. 35 del D.Lgs. n. 165/2001, che trovi su normattiva:
https://www.normattiva.it/uri-res/N2Ls? ... art35-com3
Che riporta:
5-bis. I vincitori dei concorsi devono permanere nella sede di prima destinazione per un periodo non inferiore a cinque anni. La presente disposizione costituisce norma non derogabile dai contratti collettivi. (60) (68)

Parto dalla fine, la seconda frase dice che nemmeno i sindacati possano intervenire.

La prima frase impone un obbligo di permanenza in pratica un vincolo nella sede di prima destinazione.

Faccio un esempio ancora sul concorso di Bologna, quando la sede dell'ospedale è una, facciamo un esempio AUSL di Imola, IOR o Sant'Orsola questo vincolo si applica solo alle richieste in uscita per la mobilità, direi che è semplice.
Quando invece hai un AUSL sul territorio che è enorme come Bologna o ad esempio l'AUSL della Romagna, trattare sulla prima sede può essere determinante. Perchè dal lato pratico quella sede potrebbe essere tua per i 5 anni successivi.
Ovviamente se poi la direzione ha bisogno di spostarti potrai essere spostato con relative indennità di trasferta, salvo che non definiscano nel nuovo ospedale la tua nuova sede.

Ovviamente il discorso mobilità può poi anche essere bloccato a livello regionale a causa della pandemia e degli infermieri sospesi perchè non vaccinati che mettono in crisi i reparti.

Gli aggiornamenti dell'articolo sono il 60 e il 68
AGGIORNAMENTO (60)
Il D.L. 31 maggio 2014, n. 83, convertito con modificazioni dalla L. 29 luglio 2014, n. 106, ha disposto (con l'art. 15, comma 2-ter) che "Per le medesime finalita' di cui al comma 2-bis nonche' al fine di assicurare la piena funzionalita' degli istituti del Ministero dei beni e delle attivita' culturali e del turismo, la durata temporale dell'obbligo di permanenza nella sede di prima destinazione, di cui all'articolo 35, comma 5-bis, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, per il personale in servizio di ruolo nel medesimo Ministero, e' di tre anni. La presente disposizione costituisce norma non derogabile dai contratti collettivi".

AGGIORNAMENTO (68)
Il D.Lgs. 25 novembre 2016, n. 218 ha disposto (con l'art. 11, comma 2) che "In deroga all'articolo 35, comma 5-bis, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, la durata temporale dell'obbligo di permanenza nella sede di prima destinazione, per il personale in servizio di ruolo e' di tre anni".
Ha inoltre disposto (con l'art. 12, comma 2) che "Le disposizioni di cui al secondo periodo del comma 4 dell'articolo 35 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 non si applicano agli Enti".


Come vedi anche se hanno pubblicato il bando di recente, la normativa è cambiata da anni e il vincolo è di 3 anni.
Benvenuto :-) ,incertezze, per fare i primi passi, visita....Come funziona il forum
Quando si regala un idea bisogna essere coscienti che quell'idea possa piacere o no. Quando si riceve un regalo, almeno un grazie :-)
Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite