Significatività statistica di "p"

Non esiste un solo modo per eseguire una tecnica, esiste la tecnica giusta per il tuo assistito. Le foto sono utili per spiegarsi meglio, ma ricorda di chiedete l'autorizzazione del paziente e spiegate il caso per bene.
Rispondi
Avatar utente
skyes
User Senior
User Senior
Messaggi: 1055
Iscritto il: dom lug 12, 2009 11:54 am
Località: Treviso, operativa in Svizzera

Significatività statistica di "p"

Messaggio da skyes »

:

Nella letteratura infermieristica, spesso, si trovano indici statistici come il "p": questo indica la possibilità che i risultati dello studio siano influenzati dal caso.

Prende il nome di "significatività statistica".

Ora non mi ricordo più come si arriva al calcolo di "p".

Qualcuno può rinfrescarmi la memoria?? :P

:
Avatar utente
franco
Super Mega User
Super Mega User
Messaggi: 6233
Iscritto il: gio lug 09, 2009 6:54 pm
Lavoro e cerco...: Assistenza infermieristica di qualità da oltre 30 anni, che dire :-)
Località: Bologna
Contatta:

Re: Significatività statistica di "p"

Messaggio da franco »

Ciao
nel nuovo sito ho inserito nei download
un manuale di statistica,
http://www.infermieriattivi.it/joomla/d ... 51-e-books" onclick="window.open(this.href);return false;
e da
http://it.wikipedia.org/wiki/Significativit%C3%A0" onclick="window.open(this.href);return false;
http://it.wikipedia.org/wiki/Valore_p" onclick="window.open(this.href);return false;

Dimostrare p in modo matematico è difficile è più facile immaginare come funziona,
Quindi,
premesse avendo un capione grande a sufficienza se ci fai delle misure queste si distribuiscono in un modo "normale"
Qualcosa può perturbare questo modo normale,
e i dati sono diversi.
Allora la diversità dei dati è dovuta al campione?
La diversità dei dati che osservi è dovuta al caso?
Lo statistico ha inventato una macchina, chiamato test,
non importa capire che algebra utilizza (roba da statistici) ma dobbiamo sapere quali dati entrano,
quale registro dare al test?
Il test ci dice se la differenza che osserviamo è dovuta al caso,
se usiamo 0.05 cioè il 5% abbiamo un campione piccolo se il campione è grande allora si può usare 0,01 o 0,001.
E' come dire un limite,
i valori più grandi ci dicono che la probabilità che ciò che osserviamo sia dovuto al caso è alta e quindi quello che osserviamo è dovuto al campione,
se il test ci restituisce un valore al di sotto del limite o.o5 allora la differenza che osserviamo non è dovuta al caso.

Problema non sappiamo però qual'è la ragione scientifica,
i test non distinguono fra un numero di capre e una di noccioline,
i test hanno un livello arbitrarietà notevole.
Per questo si fanno ricerche a piccoli passi e con protocolli rigidi e riproducibili.

By
:mrgreen:
Benvenuto :-) ,incertezze, per fare i primi passi, visita....Come funziona il forum
Quando si regala un idea bisogna essere coscienti che quell'idea possa piacere o no. Quando si riceve un regalo, almeno un grazie :-)
Avatar utente
skyes
User Senior
User Senior
Messaggi: 1055
Iscritto il: dom lug 12, 2009 11:54 am
Località: Treviso, operativa in Svizzera

Re: Significatività statistica di "p"

Messaggio da skyes »

:

Grazie Franco, :P

Da poco mi sono rivista delle formule, e ritroverò anche questa.

:
Avatar utente
skyes
User Senior
User Senior
Messaggi: 1055
Iscritto il: dom lug 12, 2009 11:54 am
Località: Treviso, operativa in Svizzera

Re: Significatività statistica di "p"

Messaggio da skyes »

:

Grazie Dario.

In particolare sto cercando la formula per il calcolo. E possibilmente qualcuno in grado di eseguire il calcolo: me lo spieghi "in parole povere, molto povere".

:
Avatar utente
dario62
User
User
Messaggi: 302
Iscritto il: sab lug 11, 2009 10:14 pm
Località: italia
Contatta:

Re: Significatività statistica di "p"

Messaggio da dario62 »

per skyes
Da quello che mi ricordo dalla statistica:
Il PValue o valore Alfa è la probabilità di commettere errori di 1° specie in una verifia di ipotesi.Fatta l'ipotesi nulla (solitamente Ho) e la alternativa( H1) determiniamo se l rifiutare o meno l'ipotesi. Se vogliamo ricavare il p value , dobbiamo prima di tutto conoscere nel caso sia una verifica di ipotesi per percentuali, lo Z(p)x esempio -0,917( utile x verificare se rifiutare o meno l'ipotesi). DOpo di chè disegnando la gaussiana ,immagina di avere dalla parte sx il valore -0,917 poichè al centro della stessa vi è lo 0.
TUtta l'area a sinistra di questo valore va evidenziata e sarà cioè ke t interessa. Quindi si farà 0,5-F(+0,92) --> F(0,92 arrotondato e vai a vedere sulle tavole particolari che hanno tutti libri di testo e che conoscerai sicuramente a che valore corrisponde). In questo caso sarà 0,5 - 0,3212 = 0,1788 quindi alfa=p value=17,88%

SAluti cordiali Dario
Sono disponibile per tutti i colleghi, a consulenza gratuita,inerente la contrattazione collettiva nazionale.Per contatto:328/5474656
Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti