Certificazione unica

l'infermiere libero professionista, problemi, suggerimenti, idee e miti
Regole del forum
Importante, è necessario ricordarsi che le discussioni devono essere considerate come informali e non consulenze specializzate.
Condividi la tua discussione preferita.
Rispondi
Stella83
User
User
Messaggi: 264
Iscritto il: sab ago 29, 2009 9:00 pm

Certificazione unica

Messaggio da Stella83 »

Salve a tutti : Smile :
gentilmente volevo chiedere sè si è fatto prestazioni infermieristiche a casa di un paziente (ciclo innezioni, medicazioni ecc..) rilasciando regolare fattura gli si può richiedere direttamente a lui questo documento (ex cud) per fare dichiarazione dei redditi l'anno dopo e pagare le tasse? sè non è così conoscete la procedura?
ho accennato già questo argomento..ma credo questa era la sezione più adatta : Thanks :
Avatar utente
franco
Super Mega User
Super Mega User
Messaggi: 6206
Iscritto il: gio lug 09, 2009 6:54 pm
Lavoro e cerco...: Assistenza infermieristica di qualità da oltre 30 anni, che dire :-)
Località: Bologna
Contatta:

Re: Certificazione unica

Messaggio da franco »

Ciao
Il paziente non ti deve rilasciare nessuna ulteriore certificazione. Come le case di cura possono fare.
L'unica cosa è che se sono 30-40 euro te li può pagare in contanti, ma oltre una certacifra devi mettere i 2 euro del bollo, e poi farti pagare con assegno o bonifico.
Fa testo la tua fattura e il versamento in banca.
Per il bilancio non ti serve altro e con quelli il commercialista ti fa la dichiarazione.
Benvenuto :-) ,incertezze, per fare i primi passi, visita....Come funziona il forum
Quando si regala un idea bisogna essere coscienti che quell'idea possa piacere o no. Quando si riceve un regalo, almeno un grazie :-)
Stella83
User
User
Messaggi: 264
Iscritto il: sab ago 29, 2009 9:00 pm

Re: Certificazione unica

Messaggio da Stella83 »

franco ha scritto: ven giu 26, 2020 7:00 am Ciao
Il paziente non ti deve rilasciare nessuna ulteriore certificazione. Come le case di cura possono fare.
L'unica cosa è che se sono 30-40 euro te li può pagare in contanti, ma oltre una certacifra devi mettere i 2 euro del bollo, e poi farti pagare con assegno o bonifico.
Fa testo la tua fattura e il versamento in banca.
Per il bilancio non ti serve altro e con quelli il commercialista ti fa la dichiarazione.
Ritorno sull'argomento in quanto nonostante la tua risposta molto completa, ho sentito da parere commercialista che per calcolare le dovute tasse da pagare è una certificazione essenziale che mi deve fornire il committente.. ma appunto se' devo fare una serie di prestazione a un semplice cittadino che non ha partita Iva come si risolve? In questo caso la legge prevede una procedura diversa?
Stella83
User
User
Messaggi: 264
Iscritto il: sab ago 29, 2009 9:00 pm

Re: Certificazione unica

Messaggio da Stella83 »

Nel senso rispettando la legge e i dovuti pagamenti si potrebbe avere una serie di clienti in questo modo.. ma in questa situazione cosa bisogna fare? Qualcuno anche per esperienza personale sa come risolvere? Pensavo che bastasse consegnare le fatture emesse al commercialista.. a quanto pare non è così : WallBash :
Stella83
User
User
Messaggi: 264
Iscritto il: sab ago 29, 2009 9:00 pm

Re: Certificazione unica

Messaggio da Stella83 »

Ps. Dimenticavo pagamento assegno, bonifico.. e sempre che non è un informazione giusta vaglia postale? Per chi non ha nessun altro strumento tracciabile
Stella83
User
User
Messaggi: 264
Iscritto il: sab ago 29, 2009 9:00 pm

Re: Certificazione unica

Messaggio da Stella83 »

Ps. Scusami per i miei interventi così confusionali, ma grazie anche al vostro forum ci si regola meglio tra le tante informazioni che girano. La mia perplessità nasce nel rapporto tra infermiere (ditta individuale) e prestazione a casa nell'aspetto burocratico).. credo che l'esperienza fa il suo oltre una consulenza esperta : Chessygrin :
Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti