Privacy: quanto business??

l'infermiere libero professionista, problemi, suggerimenti, idee e miti
Regole del forum
Importante, è necessario ricordarsi che le discussioni devono essere considerate come informali e non consulenze specializzate.
Condividi la tua discussione preferita.
Rispondi
Petra
New User
New User
Messaggi: 39
Iscritto il: gio dic 24, 2020 10:53 pm
Lavoro e cerco...: cerco informazioni...

Privacy: quanto business??

Messaggio da Petra »

da quando è entrata in vigore la legge sulla privacy ( 2004) sono nati fior fiore di specialisti che ti propongono la loro consulenza per la " gestione dei dati sensibili".
Io che lavoro in libera professione SOLO su chiamata dell'utente al suo domicilio, fui contattata dalla consulente privacy della CNA avvisandomi che ero COSTRETTA a fare un contratto con lei per la gestione dei dati sensibili.

Su appuntamento mi convocò , nel suo ufficio e cominciò a parlarmi della legge sulla privacy e cosa rischiano i trasgressori, praticamente mi disse che potevo andare in galera.

Questo fu il suo colloquio :

<<Ciao Petra..come va.. siediti ti devo fare un piccolo corso d'aggiornamento...>> ( sorriso a 360 gradi)

Poi si trasforma, sparisce il sorriso quando mi ricorda nei minimi dettagli cosa sono i "dati sensibili"..

Poi ancora, sempre con la faccia molto seria:

<< Usi internet per la tua pubblicità?>>
E io: << Certamente..>>
E lei:<< Ah , ti devo preparare il modulo privacy che metterai nel tuo sito...>>

E lei: << Vai a casa dei pazienti e chiedi i dati personali?>>
E io: << Certo, con la ricevuta fiscale..>>
E lei: << Ah, qui ti devo preparare un altro modulo della privacy, da fare firmare al paziente...>>

E lei: << I tuoi pazienti sono anche minori?>>
E io:<< Certo..>>
E lei: << Ah, qui bisogna stare molto attenti con i minori, si va in galera. Ti devo preparare il modulo privacy e lo deve firmare il padre e la madre del minore>>
E io: << Chissà come faccio quando va bene, si presenta solo un genitore..>>
E lei: << Ah , veditela te..>>>

E lei:<< Ma tu usi anche la posta elettronica per comunicare con i tuoi pazienti?>>
E io: << Certamente, quando invio il pdf contenente l'ecg..>>
E lei: <<Ahi,ahi, ahi sono dati sensibilissimi. La legge e severissima sui dati sensibili sanitari ( stato di salute) fatti viaggiare via internet. Si va in galera. Ti preparo il modulo da fare firmare..>>

_-___

poi non è finita:

E lei: << I dati dei pazienti li archivi nel computer?>>
E io: << Non tutti, qualcuno..>>
E lei: <<Ahi ahi, devi cambiare la password ogni due mesi..>> : Blink :
E io:<< Cazzarola e se mi dimentico?>>
E lei: << Se entra a casa tua la GdF per un controllo fiscale, loro si accorgono della data dell'ultimo cambio password.. e sei fritta. >>

E io cominciavo a sudare freddo.

E lei : << Il cartaceo con i dati sensibili dove li tieni?>>
E io: << Archiviati dentro un armadio.>>
E lei: << Senza chiave?>>
E io: << Ma quale chiave!>>
E lei: << Vietatissimo, devi chiudere tutto sotto chiave e nasconderla.>>

Alla fine di questa tortura psicologica e io spaventata a morte dalla galera per la mancata firma privacy.., firmo come un automa il contratto con lei e mi viene addebitato sul mio c/c la bellezza di 600 € per la sua consulenza ed elaborazioni dei vari MOD fogli A4 con stampata la legge privacy e i miei dati fiscali.

Ma non è finita:

corro in tipografia e faccio stampare centinai dei vari MOD PRIVACY.. e giù soldi..

Comincio a fare firmare agli utenti questi fogli A4 tutti pieni pieni e scritti piccolissimo, e vedove le facce un pò strane della gente , ma anche domande come: << Ma cosa mi fa firmare?>>...
Insomma, quei fogli fatti firmare senza copia , non andavano a genio a nessuno.

Dopo poco tempo ho cambiato sistema:

ho fatto fare un bel timbro con scritta la legge sulla privacy, ad ogni ricevuta fiscale mettevo il timbro sulla copia e sull'originale, facevo firmare, l'originale all'utente e la copia rimaneva a me per la commercialista fiscale.

Per non sbagliare sono andata alla CNA uff. fiscale ( senza dire nulla a quella che si è cuccata 600€) e ho chiesto se poteva andare bene il mio metodo, mi disse che andava bene.

ALLORA A CHE K E' SERVITO SPENDERE TUTTI QUEI SOLDI CON L'ALTRA IMPIEGATA??!! DELLA CNA ADDETTA ALLA PRIVACY E NON SOLO, OGNI ANNO MI CHIEDE 250 € PER L'AGGIORNAMENTO DELLA PRIVACY!!!! + TUTTI I SOLDI BUTTATI PER STAMPARE CENTINAIA DEI VARI MOD PRIVACY.
Avatar utente
franco
Super Mega User
Super Mega User
Messaggi: 6206
Iscritto il: gio lug 09, 2009 6:54 pm
Lavoro e cerco...: Assistenza infermieristica di qualità da oltre 30 anni, che dire :-)
Località: Bologna
Contatta:

Re: Privacy: quanto business??

Messaggio da franco »

Ciao Petra
La privacy è semplicissima, tu devi dichiarare l'utilizzo che fai dei dati, nulla più.
Se hai delle cartelle infermieristiche devi fare firmare un documento e lasciare copia dichiarando cosa ci fai con i dati.
Se invece fai solo la fattura i dati da inserire sono obbligatori per legge e non c'è nessuna privacy da fare firmare.
Benvenuto :-) ,incertezze, per fare i primi passi, visita....Come funziona il forum
Quando si regala un idea bisogna essere coscienti che quell'idea possa piacere o no. Quando si riceve un regalo, almeno un grazie :-)
Petra
New User
New User
Messaggi: 39
Iscritto il: gio dic 24, 2020 10:53 pm
Lavoro e cerco...: cerco informazioni...

Re: Privacy: quanto business??

Messaggio da Petra »

franco ha scritto: sab mag 15, 2021 9:41 pm Ciao Petra
La privacy è semplicissima, tu devi dichiarare l'utilizzo che fai dei dati, nulla più.
Se hai delle cartelle infermieristiche devi fare firmare un documento e lasciare copia dichiarando cosa ci fai con i dati.
Se invece fai solo la fattura i dati da inserire sono obbligatori per legge e non c'è nessuna privacy da fare firmare.
Ciao Franco
come immaginavo è molto più semplice di come me l'hanno presentata. : Thumbup :
Avatar utente
franco
Super Mega User
Super Mega User
Messaggi: 6206
Iscritto il: gio lug 09, 2009 6:54 pm
Lavoro e cerco...: Assistenza infermieristica di qualità da oltre 30 anni, che dire :-)
Località: Bologna
Contatta:

Re: Privacy: quanto business??

Messaggio da franco »

Il businnes non è illegale e spesso il settore della formazione approfitta di settori nuovi e dei timori.

La pagina del Garante è molto chiara https://www.garanteprivacy.it/home/doveri
Principi generali del trattamento di dati personali
Ogni trattamento di dati personali deve avvenire nel rispetto dei principi fissati all’articolo 5 del Regolamento (UE) 2016/679, che qui si ricordano brevemente:

-liceità, correttezza e trasparenza del trattamento, nei confronti dell’interessato;
-limitazione della finalità del trattamento, compreso l’obbligo di assicurare che eventuali trattamenti successivi non siano incompatibili con le finalità della raccolta dei dati;
-minimizzazione dei dati: ossia, i dati devono essere adeguati pertinenti e limitati a quanto necessario rispetto alle finalità del trattamento;
-esattezza e aggiornamento dei dati, compresa la tempestiva cancellazione dei dati che risultino inesatti rispetto alle finalità del trattamento;
-limitazione della conservazione: ossia, è necessario provvedere alla conservazione dei dati per un tempo non superiore a quello necessario rispetto agli scopi per i quali è stato effettuato il trattamento;
-integrità e riservatezza: occorre garantire la sicurezza adeguata dei dati personali oggetto del trattamento.


L'informativa della privacy (dove si esplicita l'utilizzo dei dati e le modalità per averne la cancellazione) chiaramente non riguarda il professionista che deve fare fattura e avere i dati di fatturazione è obbligatorio per legge.
Benvenuto :-) ,incertezze, per fare i primi passi, visita....Come funziona il forum
Quando si regala un idea bisogna essere coscienti che quell'idea possa piacere o no. Quando si riceve un regalo, almeno un grazie :-)
Petra
New User
New User
Messaggi: 39
Iscritto il: gio dic 24, 2020 10:53 pm
Lavoro e cerco...: cerco informazioni...

Re: Privacy: quanto business??

Messaggio da Petra »

in parole povere, un timbro sulla legge della privacy da applicare sulla fattura o ricevuta fiscale va bene?
Inoltre , quando uso il registratore di cassa ( portatile) con lettore della tessera sanitaria ( come nelle farmacie) , non devo far firmare nessuna privacy?

Grazie Franco
Avatar utente
franco
Super Mega User
Super Mega User
Messaggi: 6206
Iscritto il: gio lug 09, 2009 6:54 pm
Lavoro e cerco...: Assistenza infermieristica di qualità da oltre 30 anni, che dire :-)
Località: Bologna
Contatta:

Re: Privacy: quanto business??

Messaggio da franco »

In farmacia nessuno ha mai firmato qualcosa e diamo la tessera con il codice fiscale.
Sono dati obbligatori presenti nella ricetta e nella ricevuta fiscale.
Poi se la farmacia decide di raccogliere dei dati offrendo gadget e poi farsi pubblicità con quei dati, allora è un altro database di dati dove deve dichiarare che utilizzerà quei dati per pubblicità.
Benvenuto :-) ,incertezze, per fare i primi passi, visita....Come funziona il forum
Quando si regala un idea bisogna essere coscienti che quell'idea possa piacere o no. Quando si riceve un regalo, almeno un grazie :-)
Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite