Gestione cvp

Non esiste un solo modo per eseguire una tecnica, esiste la tecnica giusta per il tuo assistito. Le foto sono utili per spiegarsi meglio, ma ricorda di chiedete l'autorizzazione del paziente e spiegate il caso per bene.
Rispondi
Avatar utente
Kyrie
New User
New User
Messaggi: 25
Iscritto il: lun lug 13, 2009 6:52 pm
Località: Firenze

Gestione cvp

Messaggio da Kyrie »

Ciao a tutti. Fino ad adesso, per la gestione degli accessi venosi avevo usato la soluzione eparinata "pronta", facendo un pò di pubblicità il prodotto è EPSODILAVE; da poco ho cambiato lavoro e mi trovo in una struttura dove è disponibile solo eparina in flaconi da 5000 u.i. per ml. Qualcuno di voi la usa? Mi sapreste dire eventualmente quanta eparina dovrei diluire con SF per usarla nel mantenimento della pervietà dei cvp? Usate altri sistemi per mantenere pervi i cvp? Grazie, un saluto.
Jacopo B.
Dottore in Infermieristica
Avatar utente
skyes
User Senior
User Senior
Messaggi: 1055
Iscritto il: dom lug 12, 2009 11:54 am
Località: Treviso, operativa in Svizzera

Re: Gestione cvp

Messaggio da skyes »

Kyrie ha scritto: Usate altri sistemi per mantenere pervi i cvp?
Ciao Kyrie, :P

le ultime revisioni sulla letteratura ebn, indicano: non ci sono evidenze a favore dell'utilizzo dell'eparina contro il semplice utilizzo di soluzione fisiologica, per mantenere la pervietà di cateteri venosi periferici".

:
Arduino
New User
New User
Messaggi: 15
Iscritto il: sab ago 01, 2009 7:42 am

Re: Gestione cvp

Messaggio da Arduino »

Salve Kyrie,
l'eparina è un farmaco e dev'esserci una prescrizione medica per la somministrazione in qualsiasi situazione;
è inoltre, in poche parole, una sostanza proteica che potrebbe dare sensibilizzazioni progressive e portare ad allergia alle proteine, o scatenare reazioni allergiche a chi è già sensibile alle proteine;
l'eparina, anche alle dosi usate per i "lavaggi" dei CVP può scatenare una patologia che si chiama trombocitopenia (indotta da eparina);
Costa molto di più della soluzione fisiologica;
Non previene, come ricordato da skyes, l'occlusione dei CVP più della soluzione fisiologica.
Quello che ho osservato, invece, è che se si accede e/o si de-accede a un CVP e si addotta la tecnica di mantenere sempre una pressione positiva all'interno del presidio, in genere al successivo accesso il lume risulterà pervio.
Avatar utente
Kyrie
New User
New User
Messaggi: 25
Iscritto il: lun lug 13, 2009 6:52 pm
Località: Firenze

Re: Gestione cvp

Messaggio da Kyrie »

skyes ha scritto:
Kyrie ha scritto: Usate altri sistemi per mantenere pervi i cvp?
Ciao Kyrie, :P

le ultime revisioni sulla letteratura ebn, indicano: non ci sono evidenze a favore dell'utilizzo dell'eparina contro il semplice utilizzo di soluzione fisiologica, per mantenere la pervietà di cateteri venosi periferici".

:
Ciao,
avevo letto l'ebn sulla gestione dei cvp, ma almeno in quello che ho letto io, del febbraio 2007 si dice:
"Se non viene usato, il catatere PUO' essere lavato con soluzione fisiologica senza eparina purchè si usi la tecnica appropriata. Il catetere deve essere lavato con 1-3 ml di soluzione fisiologica con chiusura in pressione positiva. I cateteri lavati con questa metodica rimangono pervi come quelli lavati con eparina." (Da Craven, 2007)
Altra letteratura invece, sostiene l¡intervento di arduino, anche riguardo alle complicanze trombicitopeniche.
Quindi userei, come avevo fatto all'inizio prima che dei colleghi mi "redarguissero" per non eparinare i cvp. Il problema è che nella mia struttura non esistono di base i tappini a pressione positiva (quelli che sono generalmente celesti e bianchi, per intendersi) ma quasi sempre mancano anche i rubinetti a 3 vie... come faccio a creare la pressione positiva in chiusura quando per forza di cose poi il cvp mi rimane aperto prima di poterlo chiudere?
Jacopo B.
Dottore in Infermieristica
Avatar utente
franco
Super Mega User
Super Mega User
Messaggi: 6209
Iscritto il: gio lug 09, 2009 6:54 pm
Lavoro e cerco...: Assistenza infermieristica di qualità da oltre 30 anni, che dire :-)
Località: Bologna
Contatta:

Re: Gestione cvp

Messaggio da franco »

Ciao a tutti
ciao kyrie
non fai pubblicità perchè non credo che nessuno di noi abbia potere di acquisto, se decidono la mettono fra le cose che possiamo ordinare in reparto,
altrimenti niente.

Comunque si l'epsodilave è una soluzione pronta a diversi dosaggi di soluzione di eparina sodica.
Di solito quella che usavo io era di 50UI/ml e in 5 ml c'erano 250 unità.

La soluzione ha l'indicazione di lavaggio delle agocannule, 250 ui di eparina non credo siano un dosaggio terapeutico e non credo che il medico debba darci prescrizioni sulla gestione dei cvp.

Io userei allo stesso modo cvp e agocannule.

La soluzione di eparina sodica a 5000 UI/ml va ovviamente diluita.
1cc in 100ml ti da una soluzione eparinata con 50UI/ml in soluzione fisiologica, quindi simile alla sol. epsodilave.

Però,
la soluzione epsodilave è in fiale la apri e la usi,
l'eparina sodica 5000UI/ml è in un flacole multidose da 5 ml ma ha un conservante chimico il clorocresolo.
Dilire 1 cc si soluzione in 100cc significa diluire anche il conservante.
Quindi per una questione di buon senso io non terrei il flacone da 100 ml per più di 24 ore.

Spero di aver risposto alla tua domanda,
in merito ai principi scientifici,
apro un altro post per la discussione.

Ciao
:mrgreen:
Benvenuto :-) ,incertezze, per fare i primi passi, visita....Come funziona il forum
Quando si regala un idea bisogna essere coscienti che quell'idea possa piacere o no. Quando si riceve un regalo, almeno un grazie :-)
Avatar utente
andrea1983
User
User
Messaggi: 452
Iscritto il: dom ago 16, 2009 5:55 am
Località: Lugano - Ticino - Svizzera

Re: Gestione cvp

Messaggio da andrea1983 »

Ciao come ti hanno già detto non esistono evidenze scientifiche che obbligano a "pulire" i CVP e chiuderli con eparina.
Comquneu vai su questo sito: http://www.evidencebasednursing.it/" onclick="window.open(this.href);return false; troverai tutte le cose che ti servono sia per i CVP che per i CVC

Andrea
...non dimenticarsi mai di lavorare davanti a persone...che soffrono spesso...moto piu' di noi...siamo fortunati ricordiamocelo sempre...moltissimo...
Andrea - Ticino Svizzera
Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite