Ritorno in Italia dopo anni di lavoro all'estero

Gli argomenti che come infermieri affrontiamo sono molto vari, questo è il forum da dove puoi iniziare a scrivere/parlare di tutto.
Regole del forum
La domanda è il punto di partenza per arrivare ad una o a tante risposte. Partecipa alla tua discussione preferita.
Rispondi
val
Newbie
Newbie
Messaggi: 1
Iscritto il: dom ott 17, 2021 10:34 am

Ritorno in Italia dopo anni di lavoro all'estero

Messaggio da val »

Salve a tutti, dopo tanti anni di lavoro in UK ho deciso di tornare in Italia, nonostante lá mi trovassi benissimo dal punto di vista lavorativo. Sono partita subito dopo la laurea e di conseguenza non ho mai lavorato in Italia. Negli ultimi tre anni inoltre ho svolto una professione molto specializzata con delle competenze che in Italia non rientrano nel profilo professionale dell'infermiere e che pertanto risultano essere completamente inutili. Sono un po' preoccupata perché in UK si lavora diversamente ed é tutto molto standardizzato. Non svolgo le procedure piú comuni come prelievi, inserimento cateteri e medicazioni da quando ho lasciato il reparto 3 anni fa. Mi sembra addirittura di aver scordato la terminologia medica in italiano.
Voi cosa mi consigliereste di fare? Iniziare da una RSA? L'affiancamento é sempre previsto? Come posso prepararmi al meglio?
Grazie mille :)
Avatar utente
franco
Super Mega User
Super Mega User
Messaggi: 6211
Iscritto il: gio lug 09, 2009 6:54 pm
Lavoro e cerco...: Assistenza infermieristica di qualità da oltre 30 anni, che dire :-)
Località: Bologna
Contatta:

Re: Ritorno in Italia dopo anni di lavoro all'estero

Messaggio da franco »

Ciao
Non ti preoccupare, se impari ad andare in bicicletta non te lo scordi più.

Guarda su amazon , ci sono dei libri di concorsi, impara a fare i test e poi vinci un concorso, oppure puoi provare su https://quiz.infermieriattivi.it per capire qual è il tuo livello di partenza e capire quanto ti devi impegnare.

Nell'attesa di un concorso, inizia da un ospedale privato, hanno dei bei ritmi e in pochi giorni recuperi.
Benvenuto :-) ,incertezze, per fare i primi passi, visita....Come funziona il forum
Quando si regala un idea bisogna essere coscienti che quell'idea possa piacere o no. Quando si riceve un regalo, almeno un grazie :-)
xazz
User
User
Messaggi: 158
Iscritto il: ven ott 27, 2017 7:42 pm

Re: Ritorno in Italia dopo anni di lavoro all'estero

Messaggio da xazz »

Non dovresti avere grossi problemi a trovare lavoro adesso... Per quanto riguarda il luogo di lavoro dovresti valutare le tue aspettative, lavorare in rsa è diverso da un reparto ospedaliero.
Avatar utente
franco
Super Mega User
Super Mega User
Messaggi: 6211
Iscritto il: gio lug 09, 2009 6:54 pm
Lavoro e cerco...: Assistenza infermieristica di qualità da oltre 30 anni, che dire :-)
Località: Bologna
Contatta:

Re: Ritorno in Italia dopo anni di lavoro all'estero

Messaggio da franco »

Se torni in Italia e sei iscritta ad un Opi, allora devi fare i crediti ECM.
Nell'articolo come fare riconoscere i crediti dai corsi all'estero.
https://infermieriattivi.it/1-formazion ... stero.html
Benvenuto :-) ,incertezze, per fare i primi passi, visita....Come funziona il forum
Quando si regala un idea bisogna essere coscienti che quell'idea possa piacere o no. Quando si riceve un regalo, almeno un grazie :-)
Decatron
User expert
User expert
Messaggi: 719
Iscritto il: mar ott 08, 2013 4:00 am
Lavoro e cerco...: nonlodico

Re: Ritorno in Italia dopo anni di lavoro all'estero

Messaggio da Decatron »

val ha scritto: dom ott 17, 2021 11:36 am Salve a tutti, dopo tanti anni di lavoro in UK ho deciso di tornare in Italia, nonostante lá mi trovassi benissimo dal punto di vista lavorativo. Sono partita subito dopo la laurea e di conseguenza non ho mai lavorato in Italia. Negli ultimi tre anni inoltre ho svolto una professione molto specializzata con delle competenze che in Italia non rientrano nel profilo professionale dell'infermiere e che pertanto risultano essere completamente inutili. Sono un po' preoccupata perché in UK si lavora diversamente ed é tutto molto standardizzato. Non svolgo le procedure piú comuni come prelievi, inserimento cateteri e medicazioni da quando ho lasciato il reparto 3 anni fa. Mi sembra addirittura di aver scordato la terminologia medica in italiano.
Voi cosa mi consigliereste di fare? Iniziare da una RSA? L'affiancamento é sempre previsto? Come posso prepararmi al meglio?
Grazie mille :)

CIao, ma la vera domanda è.. da una figura molto specializzata che neanche esiste in italia ce la faresti a tornare in italia a fare giro letti per il 90% del tempo? Valuta bene lo stress psicologico. E' sempre facile andare avanti e non è mai facile tornare indietro, te lo dico perchè molti tuoi colleghi specializzati sono scappati di nuovo in uk.
Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti