Filosofia del Nursing: teorie

Questo è un forum di discussione generale per gli studenti di infermieristica, master e specialistica.
Regole del forum
Questo è un forum di discussione generale per gli studenti di infermieristica, master e specialistica.
Condividi la tua discussione preferita.
Avatar utente
skyes
User Senior
User Senior
Messaggi: 1055
Iscritto il: dom lug 12, 2009 11:54 am
Località: Treviso, operativa in Svizzera

Filosofia del Nursing: teorie

Messaggio da skyes »

:
Come sapete, uno degli esami più importanti - in quanto vale ben 7 crediti universitari - per un laureando infermiere è: FILOSOFIA DEL NURSING

Riporto di seguito dei fumetti: come studiare Filosofia del Nursing in modo divertente.

Chiunque può scaricare le immagini ed utilizzarle come preferisce, non sono coperte da copiright (io ne sono l'autrice).

Per Visualizzarle e metterale a fuoco cliccarci sopra diverse volte .
Buon divertimento e buon ripasso.



LE PIU' IMPORTANTI PENSATRICI DEL NURSING
:
.........................................Immagine

PRIMA PUNTATA - Virginia Henderson ed i 14 bisogni umani

.........................................Immagine

SECONDA PUNTATA - Dorothy E. Johnson ed i 7 sottosistemi

.........................................Immagine



TERZA PUNTATA - Sr. Callista Roy e la teoria dell'adattamento

.........................................Immagine


QUARTA PUNTATA, UN COMPLEANNO PER DUE: Florence Nightingale e Martha Rogers

.........................................Immagine

:
.........................................Immagine

:
QUINTA PUNTATA: MARTHA ROGERS e la teoria dell'uomo integrato

:
.........................................Immagine


CONTINUAZIONE PUNTATA: MARTHA ROGERS e i 4 concetti chiave[/color]

:
.........................................Immagine


MARTHA ROGERS E L'OMEODINAMICA


.........................................Immagine

:
SESTA PUNTATA: HILDEGARD PEPLAU e "Il modello delle relazioni interpersonali

:
.........................................Immagine

:
SESTA PUNTATA: seconda parte - HILDEGARD PEPLAU ed il Modello di relazione interpersonale
:

.........................................Immagine


Hildegard Peplau ed il Modello di relazione interpersonale
:

.........................................Immagine


HILDEGARD PEPLAU

.........................................Immagine


SETTIMA PUNTATA: MADELEINE LEININGER ed il Nursing Transculturale

.........................................Immagine

.........................................Immagine


Successo del Nursing Transculturale


.........................................Immagine

.........................................Immagine
:

OTTAVA PUNTATA: DOROTHEA E. OREM e la Teoria della cura di sè
:

.........................................Immagine
:

:Dorothea E. Orem

.........................................Immagine


NONA PUNTATA: BETTY NEUMAN ed il Modello di approccio al paziente nell'ambito della Salute Mentale


.........................................Immagine
:

.........................................Immagine

:

DECIMA PUNTATA: Isabel Adams Hampton Robb - contemporanea di Florence Nightingale
:

.........................................Immagine


CONTRIBUTO AL NURSING MODERNO
:

......................................... Immagine

:
METAPARADIGMA DEL NURSING
:

.........................................Immagine
:

: FILOSOFIA DEL NURSING

IL METAPARADIGMA DEL NURSING visto dalle varie teoriche

:

.........................................Immagine
:

................EPISTEMOLOGIA

:
.........................................Immagine

:::

Cosa ha influenzato la Filosofia del Nursing: Abraham Maslow e la Piramide di bisogni

:

.........................................Immagine

:
Avatar utente
propofol
User
User
Messaggi: 214
Iscritto il: dom lug 12, 2009 8:18 pm
Località: Robecchetto con Induno...ma con la Brianza nel sangue...
Contatta:

Re: Filosofia del Nursing: teorie

Messaggio da propofol »

Manca l'italianissima Marisa Cantarelli...teorica del nursing il cui modello viene usato in alcune università... ;-) ;-)
skyes ha scritto: QUARTA PUNTATA, UN COMPLEANNO PER DUE: Florence Nightingale e Martha Rogers
...questa è una mia "cazzata"...un compleanno per tre...ci sono anche io il 12 maggio... :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:
Stefano, UO Unità Terapia Intensiva Coronarica
"i soldi non fanno l'uomo...ma un diamante è per sempre"
Guazzo
User
User
Messaggi: 241
Iscritto il: gio lug 09, 2009 10:15 pm
Località: Genova

Re: Filosofia del Nursing: teorie

Messaggio da Guazzo »

Skyes aggiungi anche Step! :lol:
Dottore in Infermieristica
Simone Gussoni
Avatar utente
skyes
User Senior
User Senior
Messaggi: 1055
Iscritto il: dom lug 12, 2009 11:54 am
Località: Treviso, operativa in Svizzera

Re: Filosofia del Nursing: teorie

Messaggio da skyes »

:

Giusto, manderò un mazzo...di fiori anche a lui.

Step: ti andrebbe di scriverci tu qualcosa su Marisa Cantarelli? :P

:
Grazie.
:
Avatar utente
propofol
User
User
Messaggi: 214
Iscritto il: dom lug 12, 2009 8:18 pm
Località: Robecchetto con Induno...ma con la Brianza nel sangue...
Contatta:

Re: Filosofia del Nursing: teorie

Messaggio da propofol »

Tratto da: http://www.cantarellimarisa.it/" onclick="window.open(this.href);return false;

Marisa Cantarelli nasce e vive a Milano.
Consegue nel 1950 il diploma di Infermiera Professionale e nel 1953 quello di Assistente Sanitaria, entrambi presso la Scuola CRI di Roma; nel 1968 quello di Dirigente dell’Assistenza Infermieristica presso l’Università La Sapienza di Roma.
Inizia la sua attività professionale a Roma presso l’Ospedale San Camillo che prosegue presso il Preventorio Vigilato della CRI di Pozzuoli, quindi presso il Consorzio Provinciale Antitubercolare di Milano.
Nel 1969 apre e dirige fino al 1975 la Scuola per Infermieri Professionali dell’Ospedale G. Fornaroli di Magenta; dal 1975 e fino 1999 è Vicedirettrice della Scuola Universitaria di Discipline Infermieristiche dell’Università degli Studi di Milano, dove svolge anche attività di Professore a contratto, mantenendo dal 1983 la qualifica dirigenziale nei ruoli della Regione Lombardia.
Ha svolto un’intensa attività di docenza, tra cui figura quella presso la Scuola di Direzione Aziendale dell’Università Commerciale Luigi

Bocconi di Milano, presso la Scuola di Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva dell’Istituto di Igiene dell’Università degli Studi di Milano e presso il Centro di Formazione e di Ricerca Abbiccì, del quale è stata altresì Direttore Responsabile.

Prima teorica italiana dell’assistenza infermieristica, personalità di spicco nel mondo accademico infermieristico; autrice di libri, tra i quali spicca il Modello delle Prestazioni Infermieristiche e di numerose pubblicazioni su riviste specializzate e testi del settore; direttore di diverse collane editoriali su tematiche infermieristiche.
Promotrice e responsabile di numerosi progetti di ricerca infermieristica, in particolare in ambito organizzativo ed operativo.
Tra le cariche ricoperte nella sua lunga carriera si ricorda quella di Consigliera nazionale della CNAIOSS (Consociazione nazionale delle Associazioni Infermiere e Infermieri e Altri Operatori Sanitario Sociali), di Vicepresidente e Consigliera della CNAI (Consociazione Nazionale Infermiere e Infermieri), di vicepresidente della Scuola Italiana di Cure Palliative, di Membro del Comitato Etico dell’Università degli Studi di Milano, Membro della Consulta Regionale Femminile quale rappresentante Nazionale Donne Italiane e di Presidente del Club Soroptimist Fondatore di Milano.

Diploma di Infermiera Professionale Scuola C.R.I. Roma, 1950

Diploma di Assistente Sanitaria Visitatrice Scuola C.R.I. Roma, 1953

Diploma di Dirigente dell’Assistenza Infermieristica - Università degli Studi “La Sapienza” Roma, 1968

Certificato di specializzazione in Parassitologia - Istituto Superiore di Sanità, 1953

Partecipazione al seminario su “Problemi della formazione ai fini di una cooperazione interprofessionale nel campo dell’Azione Sociale”, organizzato dal Centro europeo per la formazione e la ricerca nel campo dell’azione sociale di Vienna in collaborazione con l’Istituto Europeo Inter Università dell’Azione sociale, Marcinelle Charleroi (Belgio), 1977

Partecipazione al seminario su “Decentramento e partecipazione“ organizzato dall’Istituto Euroropeo Inter Universitario Dell’Azione Sociale in collaborazione con la Scuola Superiore Regionale di Servizio Sociale di Trento, 1978

Stage di un mese presso l’Ecole Internazionale d’Enseignement Infirmièr Superieur “E.I.E.I.S” di Lione, 1979

Partecipazione al seminario su “El trabajo Social Comunitario en España” organizzato dall’Istituto Europeo Inter Universitario dell’Azione Sociale in collaborazione con l’Asociacion Española Alicante, 1981

Partecipazione alla Conferenza “Nursing Research”, Third open conference of the Workgroup of European Nurse Researches Helsinky, 1986

Partecipazione all’Annual Conference of European Association of Programmes in Health Services Studies su “Management of patient care professionals and manager in search of new alliances” Utrecht (Olanda), 1987

Partecipazione al Workshop “Nursing management curriculum development” organizzato dall’European Association of Programmes in Healt Service Studies, Garderen (Olanda)

Partecipazione all’Annual Conference of European Healthcare Management su “Managing with uncertainty” Milano, 1988

Partecipazione al Primo Symposium Internacional de Etica en Enfermerìa organizzato dalla Escuela Universitaria de Enfermerìa, Universidad de Navarra, Pamplona (Spagna), 1989

Partecipazione a numerosi corsi di aggiornamento, convegni e congressi in Italia

Servizio quale Infermiera Professionale presso l’Ospedale “San Camillo“ di Roma, dall’Agosto 1950 al Novembre 1952 (dipendente dalla Scuola C.R.I. Edoardo e Virginia Agnelli inserita nell’ospedale)

Servizio quale Assistente Sanitaria presso il Preventorio Vigilato della C.R.I di Pozzuoli

Servizio quale Assistente Sanitaria presso il Consorzio Provinciale Antitubercolare di Milano dal 1954 al 1969. Prima come Assistente Sanitaria poi come Capo Gruppo.

Direttrice della Scuola per Infermieri Professionali dell’Ospedale “G.Fornaroli“ di Magenta dal 1969 al 1982

Funzionario Regionale, I^ qualifica Dirigenziale della Regione Lombardia, dal 1983 al 1993

Vice direttrice della Scuola Universitaria di Discipline Infermieristiche dell’Università degli Studi di Milano dal 1978 al 1999

Professore a contratto di “Ricerca Infermieristica” dell’Università degli Studi di Milano dal 1976 al 1999

Docente della Scuola di Direzione Aziendale (S.D.A.) dell’Università Commerciale “Luigi Bocconi“ di Milano

Docente della Scuola di Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva dell’Istituto di Igiene dell’Università degli Studi di Milano

Responsabile del Centro di Formazione e di Ricerca Infermieristica “ABBICCI” sas, dal 1993 al 2001

Relatore in innumerevoli Congressi e Convegni, su tematiche infermieristiche, i cui atti non sono stati pubblicati


Tratto da: http://www.nursepedia.net/index.php?tit ... Cantarelli" onclick="window.open(this.href);return false;

Prima teorica italiana dell’assistenza infermieristica, personalità di spicco nel mondo accademico infermieristico; autrice di libri, tra i quali spicca il Modello delle Prestazioni Infermieristiche e di numerose pubblicazioni su riviste specializzate e testi del settore; direttore di diverse collane editoriali su tematiche infermieristiche. Promotrice e responsabile di numerosi progetti di ricerca infermieristica, in particolare in ambito organizzativo ed operativo. Tra le cariche ricoperte nella sua lunga carriera si ricorda quella di Consigliera nazionale della CNAIOSS (Consociazione nazionale delle Associazioni Infermiere e Infermieri e Altri Operatori Sanitario Sociali), di Vicepresidente e Consigliera della CNAI (Consociazione Nazionale Infermiere e Infermieri), di vicepresidente della Scuola Italiana di Cure Palliative, di Membro del Comitato Etico dell’Università degli Studi di Milano, Membro della Consulta Regionale Femminile quale rappresentante Nazionale Donne Italiane e di Presidente del Club Soroptimist Fondatore di Milano.

Marisa Cantarelli propone un modello manageriale, che fa proprie le istanze di professionalizzazione degli infermieri: il modello delle prestazioni infermieristiche. Mentre il compito richiede un passivo esecutore, la mansione arricchita del professionista richiede completezza, autonomia e responsabilità.

Chiariti i concetti di bisogno, uomo, salute e ambiente, l'autrice individua i bisogni di assistenza infermieristica:

- bisogno di respirare

- bisogno di alimentarsi e idratarsi

- bisogno di eliminazione urinaria e intestinale

- bisogno di igiene

- bisogno di movimento

- bisogno di riposo e sonno

- bisogno di mantenere la funzione cardiocircolatorie

- bisogno di un ambiente sicuro

- bisogno di interazione nella comunicazione

- bisogno di procedure terapeutiche

- bisogno di procedure diagnostiche.


Ad ogni bisogno corrisponde una particolare prestazione infermieristica e cioè:

- assicurare la respirazione

- assicurare l'alimentazione e l'idratazione

- assicurare l'eliminazione urinaria e intestinale

- assicurare l'igiene

- assicurare il movimento

- assicurare il riposo e il sonno

- assicurare la funzione cardiocircolatoria

- assicurare un ambiente sicuro

- assicurare l'interazione nella comunicazione

- applicare le procedure terapeutiche

- eseguire le procedure diagnostiche.


Soltanto per quanto riguarda le procedure diagnostiche e terapeutiche l'autonomia dell'infermiere è limitata dall'autorità del medico.

Nell'ambito di ciascuna prestazione, l'infermiere mette in atto delle azioni, che modulano il suo intervento. Lungo il continuum autonomia-dipendenza della persona assistita, l'infermiere si preoccuperà di:

- indirizzare

- guidare

- sostenere

- compensare

- sostituire.


Il modello della Cantarelli è già stato sperimentato con successo in alcune realtà nazionali, aumentando il grado di soddisfazione di infermieri e clienti e migliorando la qualità dell'assistenza.

Si tratta di un modello manageriale nuovo, che richiede agli infermieri maggiore autonomia e più motivazione. Rappresenta una forte gratificazione per l'infermiere il passaggio da un'assistenza tecnica standardizzata ad un'assistenza per prestazioni, più personalizzata e professionale.
Stefano, UO Unità Terapia Intensiva Coronarica
"i soldi non fanno l'uomo...ma un diamante è per sempre"
Avatar utente
skyes
User Senior
User Senior
Messaggi: 1055
Iscritto il: dom lug 12, 2009 11:54 am
Località: Treviso, operativa in Svizzera

Re: Filosofia del Nursing: teorie

Messaggio da skyes »

:

Grazie Propofol, :D

:

Qualcun altro vuole parlarci di una teorica?

(...mi sento molto maestrina facendo queste domande... :? )
Avatar utente
andrea1983
User
User
Messaggi: 452
Iscritto il: dom ago 16, 2009 5:55 am
Località: Lugano - Ticino - Svizzera

Re: Filosofia del Nursing: teorie

Messaggio da andrea1983 »

aggiungo ragazzi per Marisa Cantarelli e il il modello delle prestazioni infermieristiche che questo teorica si studia e si utilizza per lo sviluppo del'infermiristica dal secondo anno all'università di Varese, Insubria.

Io ho studiato al primo anno le vaire teoriche ma dal secondo, per la valutazione dell'assistenza e eper creare un piano di assistenza utilizzavamo il modelle delle prestazioni infermiristiche.

E preciso che gli ultimi due bisogno sono estrinsechi e non direttamente esplicitati dal paziente poichè derivano dalla condizione di malattia della persona.


Andrea
...non dimenticarsi mai di lavorare davanti a persone...che soffrono spesso...moto piu' di noi...siamo fortunati ricordiamocelo sempre...moltissimo...
Andrea - Ticino Svizzera
Avatar utente
skyes
User Senior
User Senior
Messaggi: 1055
Iscritto il: dom lug 12, 2009 11:54 am
Località: Treviso, operativa in Svizzera

Re: Filosofia del Nursing: teorie

Messaggio da skyes »

:
Avatar utente
gianna
Newbie
Newbie
Messaggi: 9
Iscritto il: mer ott 07, 2009 1:28 pm
Località: Robecchetto con induno
Contatta:

Re: Filosofia del Nursing: teorie

Messaggio da gianna »

marisa cantarelli se non mi sbaglio è viva e vegeta ed è nke bruttina HAHAHAHAHA!!!è stata un'insegnante ai tempi di qnd c'era la scuola a magenta..
minuta come donna,un rossetto rosso fuoco sulle labbra,mi ricordo questo...
purtroppo però gli americani (parlo del NANDA) la stanno sorpassando,proponendo una nuova assistenza infermieristica...
Avatar utente
susanna
User Senior
User Senior
Messaggi: 2501
Iscritto il: sab lug 11, 2009 9:35 pm
Lavoro e cerco...: "THE FUTURE IS UNWRITTEN" Joe Strummer
Località: mantova

Re: Filosofia del Nursing: teorie

Messaggio da susanna »

Se ho fatto bene i conti, la signora Cantarelli ha svolto l'attività di infermiera per non più di 2 o 3 anni...bene!
"Resto allibito dalla fatica che certe persone fanno per rimanere gli stronzi che sono"

Joe Strummer
Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti