Cortesia e gentilezza sono...

Non esiste un solo modo per eseguire una tecnica, esiste la tecnica giusta per il tuo assistito. Le foto sono utili per spiegarsi meglio, ma ricorda di chiedete l'autorizzazione del paziente e spiegate il caso per bene.
Avatar utente
franco
Super Mega User
Super Mega User
Messaggi: 6233
Iscritto il: gio lug 09, 2009 6:54 pm
Lavoro e cerco...: Assistenza infermieristica di qualità da oltre 30 anni, che dire :-)
Località: Bologna
Contatta:

Cortesia e gentilezza sono...

Messaggio da franco »

Ciao
durante l'esecuzione delle tecniche,
essere cortesi e gentili aiuta,
l'avete sperimentato?

Ciao
Benvenuto :-) ,incertezze, per fare i primi passi, visita....Come funziona il forum
Quando si regala un idea bisogna essere coscienti che quell'idea possa piacere o no. Quando si riceve un regalo, almeno un grazie :-)
Avatar utente
Kyrie
New User
New User
Messaggi: 25
Iscritto il: lun lug 13, 2009 6:52 pm
Località: Firenze

Re: Cortesia e gentilezza sono...

Messaggio da Kyrie »

Ciao
si certo. La risposta potrebbe essere banale ma, come si vede, spesso non lo è.
Essere gentili e cortesi, che è comunque diverso da essere simpatici, ci tengo a dirlo, aiuta sia il paziente che si appresta a ricevere una tecnica (vedi tranquillità, rilassamento, stress minore, persino meno fastidio) che noi che la eseguiremo (vedi maggior collaborazione, minor tensione...); oltre ad essere semplice educazione... :P
Jacopo B.
Dottore in Infermieristica
Avatar utente
propofol
User
User
Messaggi: 214
Iscritto il: dom lug 12, 2009 8:18 pm
Località: Robecchetto con Induno...ma con la Brianza nel sangue...
Contatta:

Re: Cortesia e gentilezza sono...

Messaggio da propofol »

franco ha scritto:Ciao
durante l'esecuzione delle tecniche,
essere cortesi e gentili aiuta,
l'avete sperimentato?

Ciao
Certo, come in tutte gli aspetti della vita...certi atteggiamenti aiutano...altri rendono le cose più complicate...
A maggior ragione in situazioni in cui ci si trova in un rapporto non alla pari...ovvero noi sani e con delle conoscenze e competenze e il pz malato e senza conoscenze in merito (tranne nei casi in cui il pz sia del settore)...la situazione che si trova a vivere il pz è già di per se non semplice...aiutarlo con modi gentili e cortesi rende lo squilibrio meno vistoso...
Stefano, UO Unità Terapia Intensiva Coronarica
"i soldi non fanno l'uomo...ma un diamante è per sempre"
Avatar utente
franco
Super Mega User
Super Mega User
Messaggi: 6233
Iscritto il: gio lug 09, 2009 6:54 pm
Lavoro e cerco...: Assistenza infermieristica di qualità da oltre 30 anni, che dire :-)
Località: Bologna
Contatta:

Re: Cortesia e gentilezza sono...

Messaggio da franco »

propofol ha scritto: Certo, come in tutte gli aspetti della vita...certi atteggiamenti aiutano...altri rendono le cose più complicate...
A maggior ragione in situazioni in cui ci si trova in un rapporto non alla pari...ovvero noi sani e con delle conoscenze e competenze e il pz malato e senza conoscenze in merito (tranne nei casi in cui il pz sia del settore)...la situazione che si trova a vivere il pz è già di per se non semplice...aiutarlo con modi gentili e cortesi rende lo squilibrio meno vistoso...
Aggiungerei,
Cortesia e gentilezza sono... difficili da raggiungere e da mantenere.

Con la scusa del questionario di qualità trovi persone che provano a ricattarti,
trovi persone che malgrado stai assistendo un ammalato grave, ti fermano per farti fare una sciocchezza.
Oppure stai gestendo 4 persone contemporaneamente e sbuffano perchè hanno aspettato 5 minuti.
Oppure insultano il tuo posto di lavoro, il tuo lavoro solo perchè il medico è in ritardo di mezzora e poi quando arriva sorridono a 32 denti ,
o ancora peggio scopri che avevano l'appuntamento un ora dopo.

Soggetti così ci sono e ti verrebbe voglia di non essere cortese e gentile,
ma di mettere su una faccia da mastino incazzato,
ma poi?
Se ci pensiamo perfortuna non sono tutti così,
1 su 10 o 1 su 100, quindi direi che in un mese ci capiterà almeno una volta.

Ci scommetto che un soggetto che ci ha fatto incazzare o venire il sangue amaro ce lo abbiamo tutti nel cassetto,
e ce lo ricordiamo subito.
Ma vi ricordate di un episodio significativo dove la vostra gentilezza è stata ripagata?

(se si compilate anche il questionario di cristina sulle emozioni... LINK )

Ciao
:mrgreen:
Benvenuto :-) ,incertezze, per fare i primi passi, visita....Come funziona il forum
Quando si regala un idea bisogna essere coscienti che quell'idea possa piacere o no. Quando si riceve un regalo, almeno un grazie :-)
Avatar utente
andrea1983
User
User
Messaggi: 452
Iscritto il: dom ago 16, 2009 5:55 am
Località: Lugano - Ticino - Svizzera

Re: Cortesia e gentilezza sono...

Messaggio da andrea1983 »

Si certamente la cortesia e la gentilezza nell'approcciarsi a un paziente, spiegargli la procedura che andremo a fare aiuta il paziente a rilassarsi e favorisce anche la tranquillità necessaria all'esecuzione di quest'ultima, anche se non va a buon fine al primo colpo.
Mi è capitato con u cateterismo estemporaneo di un uomo con UPB(iperplasia protatica benigna), dopo avergli spiegato le motivazioni che ci portavano a cateterizzarlo anche se il rpimo cateterismo non è andato a buon fine al secondo tentativo tutto liscio e lui non si è lamentato nenache e ci ha ringraziato.
Molto volte se cis i approciia ad un paziente e gli si dice solo "mi scusi si spogli che devo farle un cateterismo estemporaneo" cosa volete che capisca il paziente se non è del ramo? solo che abbiamo fretta e questo puo' provocare una marea di ansia, timore, paura e basta...

Andrea
...non dimenticarsi mai di lavorare davanti a persone...che soffrono spesso...moto piu' di noi...siamo fortunati ricordiamocelo sempre...moltissimo...
Andrea - Ticino Svizzera
Guazzo
User
User
Messaggi: 241
Iscritto il: gio lug 09, 2009 10:15 pm
Località: Genova

Re: Cortesia e gentilezza sono...

Messaggio da Guazzo »

Ovviamente cortesia e gentilezza aiutano.

Il risultato percepito dalla persona che subisce la procedura sara' migliore.
Dottore in Infermieristica
Simone Gussoni
luis
New User
New User
Messaggi: 59
Iscritto il: gio lug 23, 2009 12:09 am

Re: Cortesia e gentilezza sono...

Messaggio da luis »

Cortesia, gentilezza e aggiungerei anche il sorriso...sono indispensabili nella nostra professione, non sono optional, ma dovrebbero essere delle costanti fisse.

Non vorrei sentirmi dire... molto meglio scorbutico ma competente!!! :evil:

salutoni
luis
Avatar utente
andrea1983
User
User
Messaggi: 452
Iscritto il: dom ago 16, 2009 5:55 am
Località: Lugano - Ticino - Svizzera

Re: Cortesia e gentilezza sono...

Messaggio da andrea1983 »

luis ha scritto:Cortesia, gentilezza e aggiungerei anche il sorriso...sono indispensabili nella nostra professione, non sono optional, ma dovrebbero essere delle costanti fisse.

Non vorrei sentirmi dire... molto meglio scorbutico ma competente!!! :evil:

salutoni
luis
concordo in pieno... anche il sorriso.... sempre anche quando siamo arrabbiati noi... penso sempre che c'è qualcuno che sta peggio di me...
...non dimenticarsi mai di lavorare davanti a persone...che soffrono spesso...moto piu' di noi...siamo fortunati ricordiamocelo sempre...moltissimo...
Andrea - Ticino Svizzera
poldino80
New User
New User
Messaggi: 61
Iscritto il: ven feb 26, 2010 10:10 pm

Re: Cortesia e gentilezza sono...

Messaggio da poldino80 »

io cerco sempre di essere gentile ma qualche volta sono stato maltrattato , una volta un paziente ha chiesto di firmare l'autodimissione solo perchè, a suo dire , non gli avevamo prestato la dovuta attenzione lasciandolo lì sul letto con le flebo, ma vedi che incredibili che sono alcuni pazienti, ma il peggio deve ancora arrivare , sono stato rimproverato da quell'acida di caposala che abbiamo, in quanto mi ha detto che in quel momento ero solo con il paziente e non ho fatto niente per convincerlo a rimanere almeno in osservazione qualche ora, ora mi chiedo cosa possa farci io se uno vuole andarsene?? posso contestare il rimprovero della caposala secondo voi ??
Avatar utente
xx46it
User Senior
User Senior
Messaggi: 3315
Iscritto il: lun lug 13, 2009 8:59 pm

Re: Cortesia e gentilezza sono...

Messaggio da xx46it »

Non te la prendere Poldino...di pz strani ce ne sono , anche di caposala ignoranti...tira dritto per la tua strada e non ti curare di queste sciocchezze...l'importante è lavorare bene e con professionalità, il resto non conta. Il pz ha diritto di andarsene quando vuole e non deve accusare il personale di mancanza di attenzioni solo perchè nessuno gli ha tenuto la manina....bisogna scindere il malato vero , da chi cerca affetto. Il malato vero verrà assistito e curato, per le tenerezze ci sono mogli, figli, familiari vari, parenti, amici...noi siamo infermieri, siamo gentili, ma non facciamo coccole...
"Ci sono due modi di vivere la vita, uno è come se niente fosse un miracolo, l'altro è come se tutto fosse un miracolo"
Albert Einstein
Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti