Applicare il modello bifocale da più autonomia?

Non esiste un solo modo per eseguire una tecnica, esiste la tecnica giusta per il tuo assistito. Le foto sono utili per spiegarsi meglio, ma ricorda di chiedete l'autorizzazione del paziente e spiegate il caso per bene.
Rispondi
Avatar utente
franco
Super Mega User
Super Mega User
Messaggi: 6211
Iscritto il: gio lug 09, 2009 6:54 pm
Lavoro e cerco...: Assistenza infermieristica di qualità da oltre 30 anni, che dire :-)
Località: Bologna
Contatta:

Applicare il modello bifocale da più autonomia?

Messaggio da franco »

Ciao
indipendentemente dall'organizzazione scelta dal reparto,
è possibile applicare il modello bifocale dal singolo professionista?

E se viene applicato èuna dimostrazione di maturità professionale?

Cosa ne pensate.
:mrgreen:
Benvenuto :-) ,incertezze, per fare i primi passi, visita....Come funziona il forum
Quando si regala un idea bisogna essere coscienti che quell'idea possa piacere o no. Quando si riceve un regalo, almeno un grazie :-)
Avatar utente
skyes
User Senior
User Senior
Messaggi: 1055
Iscritto il: dom lug 12, 2009 11:54 am
Località: Treviso, operativa in Svizzera

Re: Applicare il modello bifocale da più autonomia?

Messaggio da skyes »

:

E', appunto, quanto fa ogni giorno l'infermiere, a prescindere dal nome "attribuitogli".

Il professionista monitora, controlla, valuta con l'uso di scale di valutazione, ed infine segnala.

Segnala al medico quando il range di "normalità" esce dai parametri stabiliti: questa è l'applicazione di un problema collaborativo, questa è visione bifocale.

:
Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti