Condannata guardia medica che rifiuta una visita...

Area di discussione delle notizie riguardanti la nostra professione
Regole del forum
Una curiosità, una notizia sulla nostra professione.
Condividi la tua discussione preferita.
rosa3
User
User
Messaggi: 229
Iscritto il: mer nov 11, 2009 6:21 pm

Re: Condannata guardia medica che rifiuta una visita...

Messaggio da rosa3 »

nursesammy ha scritto:Il solito medico che non ha voglia di lavorare... Niente di più, niente di meno... :(
yes!

e . . . pure tonto!
clara81
User expert
User expert
Messaggi: 683
Iscritto il: ven ago 21, 2009 5:50 pm

Re: Condannata guardia medica che rifiuta una visita...

Messaggio da clara81 »

Basterebbe in questo caso informare bene i pazienti (come faccio sempre io come semplice volontaria del soccorso quando vado a raccogliere il nonno con l'influenza da portare in ps perchè la guardia medica non viene) ogni volta che si presentano in pronto soccorso per questo motivo,del fatto che la guardia medica che si rifiuta di andare a casa del paziente che l'ha contattata è passibile di denuncia. Nel paese delle mille denuce e del tutto è dovuto,funzionerebbe più di qualsiasi deterrente.
mah1
Newbie
Newbie
Messaggi: 2
Iscritto il: mar gen 26, 2010 12:17 am

Re: Condannata guardia medica che rifiuta una visita...

Messaggio da mah1 »

Quindi d'ora in poi:
Paziente al telefono: Dottore, dottore, ho un dolore al petto irradiato al braccio e sudo, mi viene a visitare?
Medico: certo,aspetti lì, vengo subito a visitarla, non posso dirle di chiamare il 118 perchè l'attuale orientamento giurisprudenziale mi condannerebbe ex art 328 cp: (omissione di atti d'ufficio). Stia tranquillo, arrivo con l'auto della asl senza sirena in circa mezz'ora, confermo il dolore sospetto e chiamo il 118 di persona, così il giudice è tranquillo. Ci sono buone probabilità che lei nel frattempo muoia, l'ambulanza arriverebbe con l'ossigeno in 5 minuti, io invece l'ossigeno non ce l'ho e nemmeno la sirena, ma tutto questo non conta. Sa, la legge... poi ci dicono che non vogliamo lavorare... a proposito, conosce un buon prete?

A parte l'esempio, è evidente che il medico è stato condannato non tanto per aver rifiutato una visita a domicilio, ma nell'ordine perchè:
1) poteva scegliersi un avvocato migliore (come anche si evince dalla sentenza http://www.omco.pd.it/leggin/sentenza35344-2008.pdf" onclick="window.open(this.href);return false;)
2) ha sbagliato perchè non ha attivato lui il 118: se riteneva anche solo dalla telefonata (legittimo) che fosse necessario il ricovero e che l'attesa della visita domiciliare poteva inutilmente ritardare la cura prolungando la sofferenza o in qualche modo aggravando la salute della paziente, la ricoverava attivando lui il 118. Se gli contestavano l'art 328 rispondeva che aveva agito in base all'art 54 (stato di necessità). Invece non ha attivato il 118 di persona, e questo è stato un errore di procedura.

Cosa sarebbe successo? Il marito avrebbe rifiutato il ricovero col 118, ma ne avrebbe risposto solo lui.
Se invece il medico decideva di uscire, arrivava là, trovava il globo vescicale e il catetere ostruito e non aveva il materiale per sostuirlo (non lo ha mai, a meno che non se lo compri di tasca sua: non essendo previsto nel contratto nazionale la ASL non lo passa) oppure non trovava il globo e si trovava con un'IRA dndd, in entrambi i casi ricoverava con il 118 la paziente. Spesa per il SSN doppia=medico piu' ambulanza. Una visita domiciliare tiene impegnato un medico per circa un'ora, su una popolazione che deve servire di alcune decine di migliaia di abitanti. E al paziente con colica renale che lo attende da un'ora il medico cosa spiega: che anche se poteva risparmiargli un sacco di sofferenza è stato costretto a visitare un caso in cui non poteva far nulla, solo per salvarsi dal giudice?

Saluti
clara81
User expert
User expert
Messaggi: 683
Iscritto il: ven ago 21, 2009 5:50 pm

Re: Condannata guardia medica che rifiuta una visita...

Messaggio da clara81 »

Guarda,in linea di massima puoi anche avere ragione,per questo caso particolare. Peccato solo, che come abbia già detto,i codici bianchi invernali da influenza,leggero capogiro,malessere generale,e via discorrendo,come volontaria ne vedo in continuazione. Risposta di rito:la guardia medica non ha voluto venire-ha detto di chiamare il 118. Allora sai quanto costa muovere una ambulanza? Siamo volontari ma convenzionati,leggi paga l'azienda. Inoltre:dopo c'è il servizio ps,altro costo. Con questo risparmio ce ne paghi di guardie mediche che vanno a casa dal pz e non possono fare nulla per globo vescicale!
Se le hanno messe vuol dire che uno scopo hanno,altrimenti le elimini e metti una mediclaizzata in più sul territorio no? E una sentenza che non condanna un medico che non è andato a domicilio a visitare il pz non può che essere un parto dell'Italia!
clara81
User expert
User expert
Messaggi: 683
Iscritto il: ven ago 21, 2009 5:50 pm

Re: Condannata guardia medica che rifiuta una visita...

Messaggio da clara81 »

ps: se inoltre,i medici aprissero quella boccuccia a volte,che sono pigri persino a parlare! Io penso che nessuno l'avesse denunciato,se si fosse espresso civilmente in italiano dicendo:guardi signora,probabilmente (ma anche qui,presumere a distanza...),è una ostruzione del catetere,ma io se anche venissi non ho il materiale,quindi verrei per niente. Le consiglio quindi di chiamare il 118 perchè così almeno possono sostituirlo loro o portare il paziente in ps per la sostituzione. Difficile?

Un buon esempio di civiltà ce l'ho avuto io per un caso simile:pz allettata,anchilosata,difficilissima da muovere,piena di presidi;arriviamo noi volontari con un verde,catetere ostruito. Da animali muoverla e portarla in ps per un cambio catetere;avvista la c.o.,manda la medicalizzata informata della questione con infermiere dotato di kit che in 2 secondi risolve la situazione e se ne ritorna in ps. Ci siamo accordati noi semplici volontari per una cosa del genere,non può pensarci la guardia medica? Ma no,è troppo complicato,devi fare 2 telefonate,scomodarti a pensare ad un paziente, e la notte hanno voglia di dormire. Poi non ditemi che sono acida,che anche oggi i Sigg. medici li ho visti mettere le mani sui pz per manovre invasive e trattarli come fossero animali da laboratorio. :evil:
Avatar utente
susanna
User Senior
User Senior
Messaggi: 2501
Iscritto il: sab lug 11, 2009 9:35 pm
Lavoro e cerco...: "THE FUTURE IS UNWRITTEN" Joe Strummer
Località: mantova

Re: Condannata guardia medica che rifiuta una visita...

Messaggio da susanna »

In Polonia, che non ha una Sanità particolarmente rinomata, la guardia medica è ambulatoriale, nel senso che in ogni rione esiste un medico che presidia il territorio per tutta la notte in un ambulatorio fornito di tutto il materiale necessario; nel caso di una chiamata con quesito dubbio, è il medico stesso che invia un'ambulanza (non necessariamente il relativo 118, ma solo un trasporto protetto); questa può, a seconda dei casi, portare il paziente al suo studio o, sempre secondo il parere medico, direttamente in ospedale; siccome, in caso di ricovero incongruo, il medico paga una specie di penale, è ovvio che questo avviene in caso di effettivo bisogno.
Insomma, credo che come al solito, in Italia, si complichino le cose semplici o semplificabili.

Ps sempre in Polonia, esistono anche gli ambulatori dentistici notturni; in una città di circa 200.000 abitanti, ce ne sono 3. Noi, al massimo, possiamo trovare una farmacia che, con prescrizione del PS, dopo un'attesa di 4 ore, ci può dare un'analgesico....
"Resto allibito dalla fatica che certe persone fanno per rimanere gli stronzi che sono"

Joe Strummer
mah1
Newbie
Newbie
Messaggi: 2
Iscritto il: mar gen 26, 2010 12:17 am

Re: Condannata guardia medica che rifiuta una visita...

Messaggio da mah1 »

Gentile clara81,
se il senso del suo intervento è che si potrebbe pensare una migliore organizzazione del SSN, senz'altro siamo tutti d'accordo.
Mi risulta che il costo principale per le ambulanze sia un costo fisso, che il 118 paga per avere a disposizione una o piu' ambulanze h24, a cui si aggiunge un rimborso chilometrico per ogni missione. Per cui non credo che muovere una ambulanza costi piu' che muovere un medico. Bisogna inoltre considerare che le ambulanze sul territtorio sono molto piu' numerose dei medici sul territorio. Costa invece senz'altro molto l'accesso al PS; con tutta la batteria di esami che devono essere fatti per pura necessità di medicina difensiva. Questo per una sostituzione di catetere non è necessario, basterebbe che il medico di PS, possibilmente avvisato prima dal medico sul territorio, ordini direttamente il cambio di catetere, senza fare gli esami. Ma sa, la legge...
L'utilizzo di un'ambulanza medicalizzata (unità per ALS) per il cambio di un catetere è invece estremamente pericoloso oltre che improprio, perchè se nel frattempo qualcun'altro si arresta e ha bisogno dell'ALS rispondono non solo di interruzione di pubblico servizio, ma anche di omicidio colposo, tutte le persone implicate. Cosa ci faceva l'unica unità in grado di rianimare a casa di un paziente che doveva solo cambiare il catetere, e non aveva voglia di farsi ricoverare??!
I codici che lei definisce bianchi andrebbero valutati uno per uno. L'esempio sopra riportato da qualcuno con un paziente con dolore epigastrico, eruttazione, pirosi e sudorazione... beh, se 99 volte su cento ha mangiato male, nessun medico correrà il rischio di valutarlo senza un ecg, e un paio di esami del sangue. Per cui lo ricovererà creando 99 codici bianchi in PS. Questo per difendersi da un giudice come quello della sentenza, giudice peraltro che parla di "anuresi" anzichè di anuria (leggere per credere, quando lo ho visto mi è venuto da piangere), e questo a dimostrazione del fatto che il giudice non sa nemmeno quello di cui sta parlando.
Infine, ho fatto anch'io il volontario sulle ambulanze, e non riuscirà a convincermi facilmente della moralità superiore dei volontari delle ambulanze rispetto alla classe medica. In entrambe le categorie ci sono persone che hanno voglia di lavorare o che non ce l'hanno.
Saluti
Avatar utente
xx46it
User Senior
User Senior
Messaggi: 3315
Iscritto il: lun lug 13, 2009 8:59 pm

Re: Condannata guardia medica che rifiuta una visita...

Messaggio da xx46it »

Guardie mediche e 118 per cambiare un catetere? Nel solito sistema sanitario medicocentrico italiano non viene in mente che ci siano altre professionalità che avrebbero potuto attivarsi ? I servizi territoriali, nella fattispecie l'assistenza domiciliare infermieristica sarebbe potuta intervenire ...nel periodo in cui ho lavorato in questo servizio con turno giornaliero come infermiera, capitava di essere reperibili nei festivi proprio per far fronte a queste necessità di competenza infermieristica, nessun medico, solo infermieri, con una lista di pz portatori di cateteri o normalmente assistiti in ADI anche per SNG o alimentazione assistita con pompa.....pz residenti in un'area di competenza territoriale che sapevano di poter chiamare i loro infermieri di sempre anche nei festivi....non c'è bisogno sempre di un medico.
Se le competenze fossero distribuite meglio , il lavoro di tutti migliorerebbe. ;)
E che dire se finalmente esistesse l'infermiere di famiglia....magari la guardia medica verrebbe chiamata per il dolore toracico e non per un catetere... ;) sarebbe già un bel passo in avanti per tutti.....
ma i medici si meritano tutto questo....vogliono essere al centro della sanità? Allora pedalare.... :lol: :lol: :lol:
"Ci sono due modi di vivere la vita, uno è come se niente fosse un miracolo, l'altro è come se tutto fosse un miracolo"
Albert Einstein
Avatar utente
picard
User Senior
User Senior
Messaggi: 2587
Iscritto il: mar lug 14, 2009 5:39 pm

Re: Condannata guardia medica che rifiuta una visita...

Messaggio da picard »

susanna ha scritto:Ps sempre in Polonia, esistono anche gli ambulatori dentistici notturni..........
...... e non costano quanto i dentisti italiani..... ma l'italia è la nazioncinina delle lobbyes mediche.
Col danaro che spendi in italia per rifarti un dente, in Polonia, Olanda, Romania, ecc ecc ecc, ti ci fai la dentiera all'arcata superiore ed inferiore e chissà per quale ragione l'odontoiatria protesica non viene inserita nei cosiddetti LEA.......................... :oops: :oops: :oops: :oops: :twisted: :twisted: :twisted:
ASSISTENTE CLINICO NON INFERMIERE
Dott. Picard......
Avatar utente
picard
User Senior
User Senior
Messaggi: 2587
Iscritto il: mar lug 14, 2009 5:39 pm

Re: Condannata guardia medica che rifiuta una visita...

Messaggio da picard »

xx46it ha scritto:Guardie mediche e 118 per cambiare un catetere? Nel solito sistema sanitario medicocentrico italiano non viene in mente che ci siano altre professionalità che avrebbero potuto attivarsi ? I servizi territoriali, nella fattispecie l'assistenza domiciliare infermieristica sarebbe potuta intervenire ...nel periodo in cui ho lavorato in questo servizio con turno giornaliero come infermiera, capitava di essere reperibili nei festivi proprio per far fronte a queste necessità di competenza infermieristica, nessun medico, solo infermieri, con una lista di pz portatori di cateteri o normalmente assistiti in ADI anche per SNG o alimentazione assistita con pompa.....pz residenti in un'area di competenza territoriale che sapevano di poter chiamare i loro infermieri di sempre anche nei festivi....non c'è bisogno sempre di un medico.
Se le competenze fossero distribuite meglio , il lavoro di tutti migliorerebbe. ;)
E che dire se finalmente esistesse l'infermiere di famiglia....magari la guardia medica verrebbe chiamata per il dolore toracico e non per un catetere... ;) sarebbe già un bel passo in avanti per tutti.....
ma i medici si meritano tutto questo....vogliono essere al centro della sanità? Allora pedalare.... :lol: :lol: :lol:
Quoto e aggiungo:
o si fa l'ANUI o si muore professionalmente........ :lol: :lol: :lol: ;)
ASSISTENTE CLINICO NON INFERMIERE
Dott. Picard......
Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti