Corso Integrato in rifacimento letti

Questo è un forum di discussione generale per gli studenti di infermieristica, master e specialistica.
Regole del forum
Questo è un forum di discussione generale per gli studenti di infermieristica, master e specialistica.
Condividi la tua discussione preferita.

Di chi e' la colpa?

Puoi scegliere tra 1

 
 
Guarda risultati

clara81
User expert
User expert
Messaggi: 683
Iscritto il: ven ago 21, 2009 5:50 pm

Re: Corso Integrato in rifacimento letti

Messaggio da clara81 »

PS: e poi questa ve la dico proprio,è colpa vostra infermieri,la metà non ci vuole nei piedi in tirocinio e l'80% dei rimanenti ci fa fare tutte le cazzate che loro non vogliono fare,igieni,raccogliere il vomito,sistemare i magazzini,scrivere le date di scadenza sui farmaci,controllarle,fare parametri su parametri su parametri perchè non c'è cosa più odiosa che provare 40 pressioni 2 volte al giorno....tutto questo mentre loro si fanno terapia,cateterismi,cambi aghi canula,etc etc etc....
Avatar utente
susanna
User Senior
User Senior
Messaggi: 2501
Iscritto il: sab lug 11, 2009 9:35 pm
Lavoro e cerco...: "THE FUTURE IS UNWRITTEN" Joe Strummer
Località: mantova

Re: Corso Integrato in rifacimento letti

Messaggio da susanna »

E poi non capisco quali problemi di relazione possano avere 'sti studenti?
E che faranno mai!!

comunque, clara, ti assicuro che io non sono mai stata una tutor come da te descritta!
le mansioni da te elencate, solitamente, le faccio svolgere ai tirocinanti oss (neanche agli oss già formati!)
però hai ragione e questo la dice lunga sul fatto di "essere infermieri"; io infatti "faccio l'infermiera" ma mai mi permetterei di bistrattare una giovane leva, my God!!!
"Resto allibito dalla fatica che certe persone fanno per rimanere gli stronzi che sono"

Joe Strummer
clara81
User expert
User expert
Messaggi: 683
Iscritto il: ven ago 21, 2009 5:50 pm

Re: Corso Integrato in rifacimento letti

Messaggio da clara81 »

Ma non è questione di bistrattare alla fine,è che a nessuno piace fare certe cose ed è ovvio che si facciano fare all'ultimo arrivato soprattutto se presto se ne andrà. Il problema di questo tipo di nonnismo non è il nonnismo in se,ma il fatto che poi non impariamo nulla.

Ma quello che mi fa più incazzare di tutto è l'ipocrisia:mandare sempre gli studenti a fare le cose schifose (tipo raccogliere vomito e sterco dal pavimento,esempio tra tutti),e poi lamentarsi ed incazzarsi se questi sono restii:li si accusa di essere con la puzza sotto il naso,di non essere tagliati a fare gli infermieri,di essere disinteressati al paziente (!), ma se ci sono in giro studenti mai che loro lo facciano!! Visto che è cosi bello ed "infermieristico"!
EHHHHH!!!!!!!!!!
Quanto detesto l'ipocrisia!
Questo è sempre un esempio tratto dal mio famoso e vecchio tirocinio disastroso! (Detta tra noi non pensavo mi rimanesse tanto rancore).
Comunque non è capitato solo a me,ma a molti miei compagni.

In ogni caso Susanna sono convinta che tu sia diversa; io mi ripeto sempre dentro di me:non diventare come certi infermieri non ci diventare,non ci diventare....
Ho paura che quando andrò a lavorare senza accorgermeno possa diventare anche io come le persone che ho subito!
clara81
User expert
User expert
Messaggi: 683
Iscritto il: ven ago 21, 2009 5:50 pm

Re: Corso Integrato in rifacimento letti

Messaggio da clara81 »

Vorrei sottolineare che sto parlando di reparti dove ci sono gli oss eh! Nei miei tirocini c'erano sempre. Nella mia zona la loro presenza è elevata.
Avatar utente
susanna
User Senior
User Senior
Messaggi: 2501
Iscritto il: sab lug 11, 2009 9:35 pm
Lavoro e cerco...: "THE FUTURE IS UNWRITTEN" Joe Strummer
Località: mantova

Re: Corso Integrato in rifacimento letti

Messaggio da susanna »

NOOOOOO!!!
Non lo diventerai.
Se fosse vero il contrario, avresti già mandato giù il rospo, con il solo scopo di passare il tirocinio, dandolo come prezzo ovvio.
Tu, tutte 'ste schifezze, non le stai mandando giù: è una questione di personalità ed intelligenza: o ci sono o non ci sono.
Abbi fede.....in te!!!
E poi, vedrai, troverai altre colleghe come te: poche,ma ci sono.
E sono queste che cambieranno la professione, non le new Nightingale, of course!
"Resto allibito dalla fatica che certe persone fanno per rimanere gli stronzi che sono"

Joe Strummer
Avatar utente
xx46it
User Senior
User Senior
Messaggi: 3315
Iscritto il: lun lug 13, 2009 8:59 pm

Re: Corso Integrato in rifacimento letti

Messaggio da xx46it »

Qui non viene bistrattato nessuno, si sta facendo un discorso generale. In primis la farmacologia è importante saperne almeno qualcosa, serve per evitare di fare errori almeno nei limiti dell'agire umano. Non parlo di allievi, ma anche di neolaureati in difficoltà a correlare principio attivo con il nome commerciale. Trovo in loro
molta ritrosia nello scrivere il diario del paziente, voglio dire sono laureati o no? E così via ...tutto ciò che implica responsabilità tende ad essere allontanato, almeno i primi tempi...dopo la differenza tra infermieri che provengono da università diverse , a volte è tangibile, può dipendere da una persona all'altra...ma sicuramente le basi universitarie fanno la sua parte.
Quando il corso l'ho fatto io, mi ricordo che la maggiore attenzione era posta sul tirocinio, dovevi saperti relazionare, non solo con i pz, ma anche e soprattutto con i colleghi, essere umile e accettare i rimproveri , accettare la tribù insomma...e farsi accettare dalla tribù..perchè prima era così. Non dico che era meglio, ma sicuramente non uscivi dal corso da laureata , ma umilmente pronta per esercitare. Fare infermieristica ora è come fare lettere e filosofia, tutta una teoria, un tirocinio da osservatore dell'onu, e alla fine ti fa pure schifo chi ti ha insegnato fra mille difficoltà.
In ultimo direi a Clara che se quello che dico l'hai sentito mille volte vuol dire che non siamo tutti pazzi tranne te.
Sicuramente avrai molti anni per affinare la manualità, ti verrà a noia, ma non dire che gli infermieri in Italia fanno cazzate, tra poco sarai una di noi vorrò vedere se ti starà bene venire etichettata, non fare la sapiente, ancora non hai idea di quanto sarà difficile e di quanta responsabilità avrai....adesso giudicare è semplice
Il problema di fondo è che la formazione è diversa, con il vecchio ordinamento ti facevi tre anni di scuola militare, ora voi universitari non avete remore a litigare persino con una caposala, se lo facevamo noi, eravamo fuori...potevi pure prendere i libri e tornare a casa..ti posso garantire che è vero questo. Dovevi incassare e stare zitta, perchè dovevi imparare il rispetto e la gerarchia...per questo che adesso il corso di laurea adesso è all'acqua di rose e avete il coraggio di lamentarvi. Lo sai che significa dover tacere anche quando hai ragione, portare un velo in testa anche per fare un giro letti, stare con una divisa da suorina piena di bottoni e non permetterti nessun lamento? Così l'imparavamo la gerarchia e la diplomazia eccome!
"Ci sono due modi di vivere la vita, uno è come se niente fosse un miracolo, l'altro è come se tutto fosse un miracolo"
Albert Einstein
Avatar utente
susanna
User Senior
User Senior
Messaggi: 2501
Iscritto il: sab lug 11, 2009 9:35 pm
Lavoro e cerco...: "THE FUTURE IS UNWRITTEN" Joe Strummer
Località: mantova

Re: Corso Integrato in rifacimento letti

Messaggio da susanna »

Mai taciuto, quando avevo ragione.
Mai voluto stare in una tribù, se questa non mi andava bene.
Mai considerato il "chinare la testa" come una virtù.
E sono comunque un'infermiera, e anche bravina, mi dicono...

No, non è questo che deve imparare uno studente.
Anzi, non è questo che deve imparare nessuno.
"Resto allibito dalla fatica che certe persone fanno per rimanere gli stronzi che sono"

Joe Strummer
Avatar utente
xx46it
User Senior
User Senior
Messaggi: 3315
Iscritto il: lun lug 13, 2009 8:59 pm

Re: Corso Integrato in rifacimento letti

Messaggio da xx46it »

In ogni caso durante il corso non puoi avere la certezza delle tue ragioni, non si tratta di chinare la testa inutilmente, si tratta di saper ascoltare chi ne sa più di te...se ti dicono che sbagli , devi almeno riflettere, un pò di disciplina poi non guasta, sei lì per imparare....a me è servito anche per guardarmi dentro...lavorare su se stessi è fondamentale per iniziare bene. Direi che non si nasce infermiere , ci si diventa con un lavoro di studio e formazione...
Fare un clistere e pulirlo è assolutamente valido per uno studente, come lo è fare terapia con l'infermiere...nella stessa maniera, le pratiche infermieristiche sono molte vanno apprese tutte....
Non c'è ragione per cui uno studente deebba avere problemi ad accettare critiche costruttive che lo potrebbero migliorare....
quanto a dare degli ipocriti agli infermieri che ti hanno insegnato, questo la dice lunga..... ;) ;)
A volte può capitare l'infermiere che usa gli studenti come ausiliari, ma non è la norma....mi sembra fuori luogo tutta questa rabbia di Clara, il corso lo abbiamo fatto tutti, sappiamo come funziona, tutto serve per diventare forti e volitive, alla fine sono cose che si ricordano con un sorriso. ;) ;)
Poi Clara , la soddisfazione più grande è che stai riuscendo, tra poco finirai e magari lavorerai con loro ( te lo sconsiglio però, non lavorare mai o meglio non subito dove hai fatto il corso, specie se hai avuto conflitti). ;)
"Ci sono due modi di vivere la vita, uno è come se niente fosse un miracolo, l'altro è come se tutto fosse un miracolo"
Albert Einstein
clara81
User expert
User expert
Messaggi: 683
Iscritto il: ven ago 21, 2009 5:50 pm

Re: Corso Integrato in rifacimento letti

Messaggio da clara81 »

Non sono mai stata maleducata con nessuno (sincera,si),ma a questo punto mi sento di dirti con tutto il cuore,xx46,che sono veramente felice di non averti mai incontrata in un reparto.

Mi sento anche di dire che oggi ho avuto la valutazione di metà tirocinio,io sono sempre la stessa,e la valutazione è stata positivissima,in un luogo rinomanto per le bocciature. Ma sai,li in effetti lavorano infermieri intelligenti (so distinguere anche quelli,quando li incontro). :ugeek:

Sai,con una dose di assoluta alteriagia,che qui non ho mai usato,e che generalmente non uso nemmeno nella vita quotidiana,ti dico anche che venendo da un altra università-seria,quella-sempre all'italiana per intendersi,ma dove cultura,intelligenza e desiderio di imparare erano le cose che contavano (come dovrebbe essere,del resto ovunque),faccio un po fatica ad adattarmi ad un ambiente come tu lo definisci.....che da come lo descrivi tu (per fortuna non tutti sono cosi,lo dimostra questo ultimo tirocinio che sto facendo,dove sia medici che infermieri sono semplicemente normali)....appare dalla tua come il peggior conglomerato catto-moralist-fascist-opportunista che si possa incontrare,e lo auguri pure agli studenti. Ma faccio l'università o sto in un seminario? Mi spiace che tu senta il bisogno di far passare a noi ciò che tu hai passato.

Mi spiace che tu consideri l'annullamento dell'intelligenza un male inevitabile.

Mi spiace che tu auguri un regime fascista agli studenti per imparare un vuoto rispetto formale che non servirà a nulla nella vita e che è solo l'apripista per l'opportunismo e la lecchineria.

Mi spiace che tu non prenda in considerazione i punti di vista degli studenti come cose buone,da cui poter imparare,per utilizzare quel famoso interscambio di cui l'italica infermieristica si riempie la bocca.

Mi spiace se non capisci che io solo scrivo qui,ma nel mio corso siamo in 150 la metà con gli stessi identici problemi.

Mi spiace se non accetti che tutti gli studenti con le "palle",sia a livello culturale che caratteriale,siano stati penalizzati in ogni modo e i lecchini ignoranti che non sanno nemmeno la meccanica della respirazione al terzo anno abbiano tutti 30 sul libretto.

Mi dispiace che tu forse non abbia girato abbastanza per vedere come poi diventano con i pazienti gli studenti cosi formalmente educati e sottomessi una volta nella realtà lavorativa-quanta maleducazione e disinteresse e menefreghismo.

Mi spiace se ti offende che io la pensi come Dearg-e cioè che un buon 70% di infermieri è di bassa estrazione socio culturale,e si sente.

Mi dispiace che ti offenda tanto la constatazione che in tutta Italia-non mi pare che sia l'unica a scriverlo-gli studenti facciano gli sguatteri di reparto-cazzo,e si lamentano pure quegli ingrati!!

Sono matta,tu dici,orgogliosamente matta! Con quasi 30 anni sulle spalle,4 anni di università di archeologia,3 di infermieristica,8 di lavoro in nero mal pagato in locali pubblici (il peggio del peggio),di mondo ne ho visto un pochino pochino per poter capire che persone e ambienti ho di fronte,non avendo incominciato la scuola a 18 anni e non avendo visto solo la realtà sanitaria.

L'Italia è la patria della corruzione, e la sanità è il peggio del peggio,e si vede standoci dentro.

Oggi un paziente (piuttosto difficile ed esigente),mi ha presa per mano con una dolcezza incredibile e mi ha detto:"ecco la mia infermierina preferita". Mi è capitato un sacco di volte,nei miei tirocini. Non mi sento ne buonista ne missionaria,ma questo mi ripaga di tutto. Perchè io sono li per loro,non per fare squadra con della gente che profetizza cose obbrobriose come quelle che dici te,xx46, e che dimostrando totale mancanza di rispetto nei confronti dei futuri colleghi dimostra la sua pochezza. E sapere di essere apprezzata da loro,è quello che mi interessa sapere,non altro. E sapere che un giorno avrò la possibilità,come infermiera,di tutelare gli strati più deboli e disinformati della società,da questa macchina infernale che è la sanità,mi solleva non poco.

Queto è l'obiettivo che mi sono prefissa,e sono orgogliosamente consapevole che è questo che conta,null'altro.
clara81
User expert
User expert
Messaggi: 683
Iscritto il: ven ago 21, 2009 5:50 pm

Re: Corso Integrato in rifacimento letti

Messaggio da clara81 »

PS:non sono arrabbiata xx 46,sono lucida,consapevole e realista. E' un pochino diverso.
Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti