Aria nel deflussore, un problema? Sondaggio

Non esiste un solo modo per eseguire una tecnica, esiste la tecnica giusta per il tuo assistito. Le foto sono utili per spiegarsi meglio, ma ricorda di chiedete l'autorizzazione del paziente e spiegate il caso per bene.

L'aria nel deflussore è un problema?

Puoi scegliere tra 1

 
 
Guarda risultati

Avatar utente
franco
Super Mega User
Super Mega User
Messaggi: 6206
Iscritto il: gio lug 09, 2009 6:54 pm
Lavoro e cerco...: Assistenza infermieristica di qualità da oltre 30 anni, che dire :-)
Località: Bologna
Contatta:

Re: Aria nel deflussore, un problema? Sondaggio

Messaggio da franco »

Bello l'articolo, ma rende leggero un problema serio.

Io come te e tanti colleghi tolgo l'aria a prescindere.
Il primo motivo è un confort psicologico del paziente che deve sentirsi sicuro.
Il secondo è che la sorveglianza deve esserci, sempre.
Spesso l'aria nel deflussore è solo fastidiosa, se c'è un tratto FI 10-20cm si blocca, se invece scende tutto possiamo avere un reflusso ematico nel deflussore a causa delle variazioni di pressione... e poi il sangue coagula e chiude tutto.

Se il deflussore è collegato ad un CVC e la punta essere in una posizione dove c'è una pressione negativa, il deflussore si può vuotare e l'aria entra in continuo.

Io vedo sempre più la gestione delegata agli OSS.
Che fra un attività e l'altra cambiano una flebo, tanto bisogna solo attaccare e staccare una flebo.
Benvenuto :-) ,incertezze, per fare i primi passi, visita....Come funziona il forum
Quando si regala un idea bisogna essere coscienti che quell'idea possa piacere o no. Quando si riceve un regalo, almeno un grazie :-)
Avatar utente
IlSignorP
User
User
Messaggi: 143
Iscritto il: mar gen 24, 2017 7:29 pm

Re: Aria nel deflussore, un problema? Sondaggio

Messaggio da IlSignorP »

Problemi d'aria? Usa un rubinetto a 3 vie in congiunzione con l' accesso venoso periferico.
Se è entrata aria e ti da fastidio, cambi la flebo, inserisci una siringa da 10ml nel rubinetto, apri il roller clamp e fai scorrere il farmaco restante nel tubo finchè l'aria non arriva nei pressi del rubinetto, a quel punto giri il rubinetto chiudendo verso la vena e apri verso la siringa da 10... non devi nemmeno tirare indietro lo stantuffo perchè la velocità della flebo vince quella negativa dello stantuffo, tolta dal tubo del deflussore riapri il rubinetto verso la vena e lo chiudi dal lato della siringa, togli la siringa, metti un tappino pulito e stop.
Non e' complicato, ne laborioso, ci si mette due secondi.
A me non capita mai perchè quotidianamente sto usando le pompe peristaltiche e quando entra aria me lo segnalano automaticamente oltre al fatto poi che imposto un vtbi (volume di infusione totale) inferiore di 5 ml a quello nella flebo, oppure diluisco il farmaco da mettere nella flebo con 10ml a parte (in modo che il totale non sia piu' 100ml ma 110ml e la pompa si fermi prima).
Avatar utente
franco
Super Mega User
Super Mega User
Messaggi: 6206
Iscritto il: gio lug 09, 2009 6:54 pm
Lavoro e cerco...: Assistenza infermieristica di qualità da oltre 30 anni, che dire :-)
Località: Bologna
Contatta:

Re: Aria nel deflussore, un problema? Sondaggio

Messaggio da franco »

Verissimo.
Benvenuto :-) ,incertezze, per fare i primi passi, visita....Come funziona il forum
Quando si regala un idea bisogna essere coscienti che quell'idea possa piacere o no. Quando si riceve un regalo, almeno un grazie :-)
Cybernurse89
Newbie
Newbie
Messaggi: 3
Iscritto il: sab giu 20, 2020 11:52 pm

Re: Aria nel deflussore, un problema? Sondaggio

Messaggio da Cybernurse89 »

A me è capitato che l'infermiera responsabile, mi disse che nn è necessario staccare la flebo dall' accesso, rideflussare cosa che faccio sempre sopratutto se il gocciolatore è vuoto, ma basta cambiarla e perorare la membrana della nuova flebo e anche se dovesse esserci aria nn fa nnt, tra l'altro mi ha detto che il processo che faccio io , fa entrare aria , ma vi rendete conto?
Avatar utente
Dearg-Due
User Senior
User Senior
Messaggi: 3012
Iscritto il: lun lug 27, 2009 4:56 pm
Lavoro e cerco...: Ho sbagliato lavoro.

Re: Aria nel deflussore, un problema? Sondaggio

Messaggio da Dearg-Due »

Cybernurse89 ha scritto: mar giu 23, 2020 10:16 pm A me è capitato che l'infermiera responsabile, mi disse che nn è necessario staccare la flebo dall' accesso, rideflussare cosa che faccio sempre sopratutto se il gocciolatore è vuoto, ma basta cambiarla e perorare la membrana della nuova flebo e anche se dovesse esserci aria nn fa nnt, tra l'altro mi ha detto che il processo che faccio io , fa entrare aria , ma vi rendete conto?
Ciao, sarebbe gradito che ti presentassi nell'apposita Sezione.

Inoltre:
1) scrivi senza abbreviazioni da sms, qui siamo su un forum, non c'è fretta, non c'è limitazione del numero dei caratteri e c'è tutto il tempo di scrivere in italiano corretto, facilita la lettura e la comprensione.
Il prossimo post scritto in questo modo lo cancello.

2) abbreviazioni a parte prova a riordinare le idee perchè per capire quello che hai scritto ci vuole un esperto di messaggi subliminali.
Non date retta a quello che scrivo
Cybernurse89
Newbie
Newbie
Messaggi: 3
Iscritto il: sab giu 20, 2020 11:52 pm

Re: Aria nel deflussore, un problema? Sondaggio

Messaggio da Cybernurse89 »

Mi sono presentato, in poche parole senza girarci troppo attorno, quando una flebo è terminata e la camera di gocciolamento è vuota, se il paziente ha una flebo a seguire, ha senso o meglio la procedura corretta è di perforare la nuova flebo senza disconnettere il deflussore Dall'accesso, oppure come faccio io, vedendo che c'è aria o probabile aria nel tubicino del deflussore in quanto la camera di gocciolamento è vuota , rideflussare la flebo e solo dopo riconnetterla all'accesso del paziente? Spero di essere stato chiaro.
Avatar utente
franco
Super Mega User
Super Mega User
Messaggi: 6206
Iscritto il: gio lug 09, 2009 6:54 pm
Lavoro e cerco...: Assistenza infermieristica di qualità da oltre 30 anni, che dire :-)
Località: Bologna
Contatta:

Re: Aria nel deflussore, un problema? Sondaggio

Messaggio da franco »

Quando la camera di gocciolamento si svuota e l'aria scende nel tubo richiede un po' di manutenzione.
Per tratti brevi, io schiacciavo il tubo a valle, fino a far risalire la soluzione, quindi tenendo chiuso il tubo, schiacciavo il gocciolare, per far riempire la camera di gocciolamento.
Poi la flebo riparte.
Ci sono anche deflussori che quando il gocciolamento finisce, l'aria non scende.
Benvenuto :-) ,incertezze, per fare i primi passi, visita....Come funziona il forum
Quando si regala un idea bisogna essere coscienti che quell'idea possa piacere o no. Quando si riceve un regalo, almeno un grazie :-)
Avatar utente
Dearg-Due
User Senior
User Senior
Messaggi: 3012
Iscritto il: lun lug 27, 2009 4:56 pm
Lavoro e cerco...: Ho sbagliato lavoro.

Re: Aria nel deflussore, un problema? Sondaggio

Messaggio da Dearg-Due »

Cybernurse89 ha scritto: ven giu 26, 2020 10:56 am Mi sono presentato,
Bravo : Thumbup :
in poche parole senza girarci troppo attorno, quando una flebo è terminata e la camera di gocciolamento è vuota, se il paziente ha una flebo a seguire, ha senso o meglio la procedura corretta è di perforare la nuova flebo senza disconnettere il deflussore Dall'accesso, oppure come faccio io, vedendo che c'è aria o probabile aria nel tubicino del deflussore in quanto la camera di gocciolamento è vuota , rideflussare la flebo e solo dopo riconnetterla all'accesso del paziente? Spero di essere stato chiaro.
Ci sono due metodi fondamentalmente per eliminare l'aria (quando troppa e/o non vi è deflusso):
1) clampare il deflussore vicino al raccordo con la cannula/ago e aspirare dalla via secondaria (con una siringa da 10 cc) il liquido e l'aria fino a che il deflussore è nuovamente riempito e il flusso riprende
2) disconnettere il deflussore dalla cannula/ago, far defluire il contenuto fino a che non è nuovamente riempito di liquido e riconnettere.
Questo o quello per me pari sono.
Non date retta a quello che scrivo
Maxi96
New User
New User
Messaggi: 21
Iscritto il: gio mag 13, 2021 2:50 pm

Re: Aria nel deflussore, un problema? Sondaggio

Messaggio da Maxi96 »

dalla discussione del seguente articolo scientifico (https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/11773583/), viene descritto che:

"VAE can occur spontaneously when there is an open venous structure 5 cm or more above the heart or if air is delivered under pressure into the venous system, such as during a laparoscopy or with mishaps with infusion bags, as was the case with our patient. The morbidity and mortality of VAE are related to the volume of air, rate of entrainment, the patient’s underlying cardiorespiratory status, and the patient’s position. In animal studies, infusion rates of >1.8 mL/kg/minute are fatal. In humans, the actual volume of gas that can be tolerated is unknown; however, mortality has been reported with injection of as little as 100 to 300 mL. Morbidity and mortality can occur as a consequence of right ventricular outflow obstruction and/or pulmonary vasospasm with right-sided air or end-organ dysfunction from left-sided obstruction of coronary or cerebral vasculature as air passes across a patent foramen ovale or through the pulmonary circulation."
TRADOTTO DA GOOGLE TRADUTTORE

La VAE può verificarsi spontaneamente quando è presente una struttura venosa aperta 5 cm o più sopra il cuore o se l'aria viene erogata sotto pressione nel sistema venoso, come durante una laparoscopia o con incidenti con sacche di infusione, come è avvenuto con il nostro paziente. La morbilità e la mortalità della VAE sono correlate al volume d'aria, alla velocità di trascinamento, allo stato cardiorespiratorio sottostante del paziente e alla posizione del paziente. Negli studi sugli animali, velocità di infusione> 1,8 ml / kg / minuto sono fatali. Negli esseri umani, il volume effettivo di gas che può essere tollerato è sconosciuto; tuttavia, è stata segnalata mortalità con iniezioni da un minimo di 100 a 300 ml. La morbilità e la mortalità possono verificarsi come conseguenza dell'ostruzione del deflusso ventricolare destro e / o del vasospasmo polmonare con disfunzione dell'aria del lato destro o dell'organo terminale dall'ostruzione del lato sinistro del sistema vascolare coronarico o cerebrale mentre l'aria passa attraverso un forame ovale pervio o attraverso il polmonare circolazione.
Allegati
da canc.JPG
Avatar utente
franco
Super Mega User
Super Mega User
Messaggi: 6206
Iscritto il: gio lug 09, 2009 6:54 pm
Lavoro e cerco...: Assistenza infermieristica di qualità da oltre 30 anni, che dire :-)
Località: Bologna
Contatta:

Re: Aria nel deflussore, un problema? Sondaggio

Messaggio da franco »

Complimenti per la ricerca, non avrei saputo come farla.
.
Ovviamente con una flebo se c'è una bollicina non muore nessuno.
La parte interessante è vedere se ci sono articoli sul microembolie e se qualcuno trova correlazioni con l'infusione.
Benvenuto :-) ,incertezze, per fare i primi passi, visita....Come funziona il forum
Quando si regala un idea bisogna essere coscienti che quell'idea possa piacere o no. Quando si riceve un regalo, almeno un grazie :-)
Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti