La verita' su madre Teresa di Calcutta?

Area Off Topic si parla di tutto e come vi pare, no problem.
Regole del forum
Tutto ciò che ti piace e non riguarda la nostra professione.
Condividi la tua discussione preferita.
Rispondi
Guazzo
User
User
Messaggi: 241
Iscritto il: gio lug 09, 2009 10:15 pm
Località: Genova

La verita' su madre Teresa di Calcutta?

Messaggio da Guazzo »

" onclick="window.open(this.href);return false;

Il giornalista britannico Christopher Hitchens ha lungamente seguito criticamente le attività di Madre Teresa, su cui ha scritto un libro dal titolo The Missionary Position: Mother Teresa in Theory and Practice ("La posizione della missionaria. Teoria e pratica di Madre Teresa"). Interrogato nel giugno del 2001 nel corso del processo di beatificazione di Madre Teresa, Hitchens ha dichiarato:

« [...] ero arrivato alla conclusione che fosse non tanto un'amica dei poveri quanto un'amica della povertà. Lodava la povertà, la malattia e la sofferenza come doni dall'alto, e diceva alle persone di accettare questi doni con gioia. Era adamantinamente contraria alla sola politica che abbia mai alleviato la povertà in tutte le nazioni - e cioè dare potere alle donne ed estendere il loro controllo sulla propria fertilità. La sua celebre clinica di Calcutta in realtà non era che un ospizio primitivo, un posto dove la gente andava a morire, un luogo dove le cure mediche erano poche, quando non addirittura inesistenti (quando fu lei ad ammalarsi, volò in prima classe alla volta di una clinica privata in California). Le grandi somme di denaro raccolte venivano spese per la maggior parte nella costruzione di conventi in suo onore. Aveva fatto amicizia con tutta una serie di ricchi truffatori e sfruttatori, da Charles Lincoln della Lincoln Savings & Loans, alla ripugnante dinastia Duvalier di Haiti, accettando da entrambi generose donazioni di denaro che in realtà era stato rubato ai poveri. »
(Christopher Hitchens, La posizione della missionaria, pp. 125-126.)

Charles Keating è un affarista condannato a dieci anni per truffa, racket e cospirazione. Prima della condanna fece una donazione di 1.250.000 dollari a Madre Teresa. Quando Keating fu sottoposto a processo per le sue attività criminose, Madre Teresa inviò una lettera alla corte in cui affermava di non essere a conoscenza degli affari di Keating, ma che chiedeva comunque la clemenza della corte in quanto Keating era stato sempre «gentile e generoso con i poveri di Dio». I pubblici ministeri le risposero informandola che questi affari consistevano nella truffa di risparmiatori, e che quindi anche il denaro da lei ricevuto avrebbe avuto quella provenienza, quindi se ella avesse voluto fare qualcosa anche per questi bisognosi, avrebbe potuto restituire tutto quel denaro. Madre Teresa non rispose alla lettera, né restituì la somma ricevuta.

Anche Michaël Parenti, figura conosciuta del movimento progressista nordamericano, ha criticato le sue relazioni con alcuni personaggi quali Keating o "Baby doc", il dittatore haitiano Jean-Claude Duvalier. Secondo lui madre Teresa avrebbe usato soprattutto per se stessa le donazioni raccolte. Inoltre ha accusato Madre Teresa di avere avuto la tendenza a mentire riguardo la lotta alla miseria in India.

Sanal Edamaruku, Segretario Generale dell'Associazione Razionalista Indiana, ritiene che l'ordine di madre Teresa sia pochissimo attivo nella lotta contro la miseria indiana. Secondo lui, Madre Teresa avrebbe imbrogliato un grande numero di gente onesta nascondendo le sue relazioni con i dittatori così come si distingueva nella scarsa visibilità alla destinazione dei fondi raccolti.

Madre Teresa è stata oggetto di inchieste giornalistiche da parte della stampa e della televisione[18]. Il Guardian nel 1996, in una sua inchiesta, denunciò le condizioni dei bambini orfani (che vivevano nelle strutture di Madre Teresa) oggetto di abbandono e di sevizie fisiche e psicologiche. Il metodo di lavoro e le condizioni dei suoi assistiti vennero criticati da un documentario televisivo inglese del 1997 dal titolo "Mother Teresa: Time for Change?".

Nel 1998 il settimanale tedesco Stern pubblicò un articolo fortemente critico su Madre Teresa, dal titolo "Madre Teresa, dove sono i tuoi milioni?" frutto di una inchiesta durata un anno che spaziava su tre continenti. La conclusione finale diceva che il suo ordine era sicuramente di carattere religioso, ma non aveva nulla a che fare con la carità.

In seguito alla morte di Madre Teresa, nel 1997, la Santa Sede intraprese il processo di beatificazione, il primo passo verso la canonizzazione o santità. Questo processo richiede la documentazione di un miracolo avvenuto per intercessione di Madre Teresa. Nel 2002 il Vaticano ha riconosciuto come miracolo la guarigione di un tumore presente nell'addome di una donna indiana, Monica Besra, a seguito dell'applicazione sulla zona colpita da tumore di un ciondolo con, all'interno, l'immagine di Madre Teresa. Monica Besra affermò che un fascio di luce fuoriuscì dal ciondolo guarendole il tumore. È stata ufficialmente beatificata da papa Giovanni Paolo II il 19 ottobre 2003 con il nome di "Beata Teresa di Calcutta".

Affinché sia considerata miracolosa dalla Chiesa, una guarigione deve essere da malattia grave, istantanea, senza alcuna spiegazione medica plausibile, definitiva e totale; e su questo miracolo sono sorti dei dubbi. Il marito di Monica Besra raccontò infatti di non credere al miracolo, in quanto la guarigione era avvenuta a seguito delle cure che i medici avevano prescritto alla donna. I medici che la curarono affermarono che il suo tumore era conseguenza di una tubercolosi e che aveva risposto correttamente a nove mesi di cure anti-tubercolosi; affermarono anche di aver ricevuto pressioni da parte delle Missionarie della Carità affinché affermassero che la guarigione non era avvenuta a seguito delle cure mediche ma per miracolo. A seguito delle proteste dei razionalisti indiani, il governo del Bengala occidentale organizzò una inchiesta sul presunto miracolo: il risultato fu Monica Besra aveva ricevuto continue e corrette cure per il suo tumore, e che una guarigione miracolosa era da escludere.

Per procedere con la canonizzazione è necessario un secondo miracolo compiuto dopo la beatificazione. Nell'ottobre del 2007 fu data notizia che un sacerdote salesiano di Guwati (in India nord-orientale), tal V.M. Thomas di 56 anni, dopo aver detto messa e pregato Madre Teresa, era stato guarito da un calcolo all'uretra, che da tre mesi era la causa di violente coliche renali e di «dolori atroci».
Dottore in Infermieristica
Simone Gussoni
zalucy
New User
New User
Messaggi: 11
Iscritto il: lun ago 16, 2010 5:24 pm

Re: La verita' su madre Teresa di Calcutta?

Messaggio da zalucy »

interessante, ne avevo sentito parlare e non mi stupisce per nulla questo "smascheramento"...d'altronde ce ne sarebbero di santi da smascherare...
Avatar utente
xx46it
User Senior
User Senior
Messaggi: 3315
Iscritto il: lun lug 13, 2009 8:59 pm

Re: La verita' su madre Teresa di Calcutta?

Messaggio da xx46it »

Terribile se fosse vero, speriamo non lo sia. Speriamo che sia una delle tante cose strane di you tube...
certo inquietanti quelle brande e quella povertà, con tutte le donazioni che riceveva avrebbe potuto aprire un ospedale di tutto rispetto...mah...riceveva donazioni straordinarie, anche da governi e dalla Chiesa.
In un documentario (Overland) ho visto che con delle donazioni sono riusciti ad aprire in Africa un ospedale dotato di tutte le tecnologie, moderno e pulito, grazie a frati francescani che hanno curato il progetto umanitario. Sicuramente le donazioni a Madre Teresa non sono state certo inferiori a quelle che ricevono i Francescani o i vari ordini religiosi impegnati in missioni varie nel mondo..c'è da riflettere.
"Ci sono due modi di vivere la vita, uno è come se niente fosse un miracolo, l'altro è come se tutto fosse un miracolo"
Albert Einstein
Avatar utente
susanna
User Senior
User Senior
Messaggi: 2501
Iscritto il: sab lug 11, 2009 9:35 pm
Lavoro e cerco...: "THE FUTURE IS UNWRITTEN" Joe Strummer
Località: mantova

Re: La verita' su madre Teresa di Calcutta?

Messaggio da susanna »

Ho sempre molte riserve circa i presunti miracoli: mai che ci sia, come diceva Troisi, una Madonna che ride o un arto amputato che ricresce....
L'attività di Madre Teresa è stata molto chiusa, poco incline a verifiche e controlli.
Inoltre, mai ha cercato di risalire alla causa della povertà, cercando di combattere anche dal punto di vista sociale ed economico.
Insomma, tanti dubbi e lati oscuri (soprattutto per una disincantata come me!).
Ma....
Ha fatto qualcosa.
Si è mossa ed ha dato assistenza e aiuto a molte persone.
Mentre altri restavano a guardare.
in ogni caso, onore al merito (e se lo dico io....) :mrgreen:
"Resto allibito dalla fatica che certe persone fanno per rimanere gli stronzi che sono"

Joe Strummer
Avatar utente
xx46it
User Senior
User Senior
Messaggi: 3315
Iscritto il: lun lug 13, 2009 8:59 pm

Re: La verita' su madre Teresa di Calcutta?

Messaggio da xx46it »

Madre Teresa ha forse anche il merito di aver fatto conoscere la povertà dell'India, di cui, forse senza di lei non avremmo mai saputo ...
anche se mi chiedo quanto sia utile quel tipo di aiuto. Arrivare in luogo di poveri e limitarsi a soccorrere...probabilmente è urgente anche soccorrere, ma se l'aiuto vero fosse iniziare attività produttive che diano lavoro e benessere anche a loro, aiutarli a sfruttare al meglio la terra, le risorse, non sarebbe meglio? Anche bonificare un territorio a volte è risolutivo. Gli aiuti dovrebbero essere lungimiranti , un ospedale fatto di poveri giacigli, un camion che distribuisce riso...se l'aiuto si limita quello queste popolazioni non si solleveranno mai.
"Ci sono due modi di vivere la vita, uno è come se niente fosse un miracolo, l'altro è come se tutto fosse un miracolo"
Albert Einstein
Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti