Tesi in riabilitazione in neuro-oncologia

Dedicato alle discussioni e approfondimenti delle tesi
Regole del forum
La preparazione della tesi, inizia con tanto entusiasmo, se vuoi condividere la tua esperienza o chiedere suggerimenti per altre idee, è un idea.
Condividi la tua discussione preferita.
Rispondi
Anuc
Newbie
Newbie
Messaggi: 4
Iscritto il: lun nov 02, 2009 9:36 pm

Tesi in riabilitazione in neuro-oncologia

Messaggio da Anuc »

Ciao ragazzi, sono un'infermiera in fase terminale, ovvero con formazione e tesi in conclusione. A questo proposito volevo domandarvi gentilemente se mi sapreste indicare alcune informazioni che mi potrebbero essere utili.
Tratto la riaiblitazione in neuro-oncologia e devo esporre i bisogni di questi pazienti con i rispettivi problemi. Sono un poco confusa, qualcuno mi saprebbe indicare dei riferimenti bibliografici, dei libri utili oppure degli esempi concreti.
E' abbastanza urgente!

Grazie dell'attenzione. Saluti Anuc
Avatar utente
andrea1983
User
User
Messaggi: 452
Iscritto il: dom ago 16, 2009 5:55 am
Località: Lugano - Ticino - Svizzera

Re: Tesi in riabilitazione in neuro-oncologia

Messaggio da andrea1983 »

Cosa intendi per riabilitazione neuro-oncologica? Forse non lo capisco io. Pazienti con tumori cerebrali operati e che affrontano la riabilitazione o pazienti con tumori cerebrali che hanno lasciato sequele anche importanti e che affrontano la riabilitazione per almeno tornare ad avere una vita soddisfacente? emiparesi, snd lato, parestesie, disestesie etc. o cos'altro. Poichè forse a seconda del disturbo diq eusti pazietni ognuno di essi presentarà determinati problemi assistenziali e quindi determinati bisogni assistenziali....
Scusa se non ho capito io cosa intendevi. Facci sapere.

Andrea
...non dimenticarsi mai di lavorare davanti a persone...che soffrono spesso...moto piu' di noi...siamo fortunati ricordiamocelo sempre...moltissimo...
Andrea - Ticino Svizzera
Anuc
Newbie
Newbie
Messaggi: 4
Iscritto il: lun nov 02, 2009 9:36 pm

Re: Tesi in riabilitazione in neuro-oncologia

Messaggio da Anuc »

Tratto i tumori cerebrali primitivi, non ho specificato la parte che viene colpita, intendevo in generale i bisogni dei pazienti affetti da tumore cerebrale. Mi consigli di specificare allora? Dici che è meglio?
Il gruppo che tratto ha tra i 50-60 anni, uomo e donna, sottoposti a chemio e radioterapia.

Grazie per avermi risposto. Saluti.
Anuc
Avatar utente
andrea1983
User
User
Messaggi: 452
Iscritto il: dom ago 16, 2009 5:55 am
Località: Lugano - Ticino - Svizzera

Re: Tesi in riabilitazione in neuro-oncologia

Messaggio da andrea1983 »

Anuc ha scritto:Tratto i tumori cerebrali primitivi, non ho specificato la parte che viene colpita, intendevo in generale i bisogni dei pazienti affetti da tumore cerebrale. Mi consigli di specificare allora? Dici che è meglio?
Il gruppo che tratto ha tra i 50-60 anni, uomo e donna, sottoposti a chemio e radioterapia.

Grazie per avermi risposto. Saluti.
Anuc
ti consiglio si di specificare cosi' restringi un attimo l'ambito di ricerca e soprattutto riesci a focalizzare meglio gil obbiettivi assistenziali. Poichè fai conto che a seconda delle fascie die tà, sesso e attività passate, stili di vita la riabilitazione cambia, si accelera o decelera.
Ti faccio un esempio stupido. ho visto molti interventi di PTA (protesi totale anca). In fumatori e non fumatori e posso dirti che nei fumatori la velocità di ripresa è maggiore, forse spinti dal bisogno di fumare, riprendono piu' rapidamente a mobiolizzarsi rispetto che un non fumatore. Forse sarà un caso ma ne ho visti molti.
Cerca di restringere il campo, magari prima parlane con il tuo tutor di laurea ma ti consiglio di restringere.

Andrea
...non dimenticarsi mai di lavorare davanti a persone...che soffrono spesso...moto piu' di noi...siamo fortunati ricordiamocelo sempre...moltissimo...
Andrea - Ticino Svizzera
Anuc
Newbie
Newbie
Messaggi: 4
Iscritto il: lun nov 02, 2009 9:36 pm

Re: Tesi in riabilitazione in neuro-oncologia

Messaggio da Anuc »

Ciao ragazzi! Ho una domanda importante riguardante i miei pazienti affetti da neoplasia cerebrale (nella tesi). Ora sto trattando i bisogno di questi bisogni, ho preso quelli primari (mangiare, dormire,...) e secondari (bisogno di sicurezza, stima,...). A proposito dei secondi, volevo domandarvi come potrei elaborare questo tipo di bisogno legato soprattuto alla sfera psico-sociale in base alla loro patologia.

Graize, saluti!
Avatar utente
franco
Super Mega User
Super Mega User
Messaggi: 6206
Iscritto il: gio lug 09, 2009 6:54 pm
Lavoro e cerco...: Assistenza infermieristica di qualità da oltre 30 anni, che dire :-)
Località: Bologna
Contatta:

Re: Tesi in riabilitazione in neuro-oncologia

Messaggio da franco »

Ciao
non so se c'è uno specialista che si occupa di riabilitazione del pz con danni cerebrali,
generalmente sono danni permanenti e se ne occupa l'infermiere aiutando il pz ad accettare la nuova situazione,
e ha sfruttare al meglio le proprie capacità.

Poi sicuramente non tutte le lesioni trattate sono uguali e non tutte le radioterapie sono uguali.

L'aspetto dell'alopecia da radioterapia era molto sentito dai pz.
Ed a ragion veduta dato che appariva come un segno distintivo tipico....

Comunque anch'io concordo con la necessità di fare dei distinguo,
dov'è la lesione?
Frontale, il pz si comporta in un certo modo,
nei centri motori, ha un danno funzionale, ma non cognitivo,
colpisce i nervi ottici... ec..

Capisci che l'assistenza cambia.

Ciao
:mrgreen:
Benvenuto :-) ,incertezze, per fare i primi passi, visita....Come funziona il forum
Quando si regala un idea bisogna essere coscienti che quell'idea possa piacere o no. Quando si riceve un regalo, almeno un grazie :-)
Anuc
Newbie
Newbie
Messaggi: 4
Iscritto il: lun nov 02, 2009 9:36 pm

Re: Tesi in riabilitazione in neuro-oncologia

Messaggio da Anuc »

Grazie per la risposta, mi è stata utile. Un'altra domanda:

L'ulità o l'importanza della riabiltazione in neuro-oncologia? Cosa mi sapresti dire? In base al mio gruppo di pazienti?


persone affette da tumore cerebrale in fase primitiva, ho deciso di trattare la fase primitiva poiché è quella che principalmente coinvolge il SNC, viene suddivisa in più forme tra cui: i gliomi che rappresentano oltre la metà di tutti i tumori primitivi ed è la forma più frequente, seguiti da meningiomi , dai tumori della regione sellare, dai tumori spinali e dai linfomi primitivi del SNC.
in un'età compresa da i 60 e i 70 anni;
La fascia di età ed il sesso del gruppo omogeneo di uomini e donne che seguirò è, secondo le statistiche e gli studi epidemiologici  quella maggiormente colpita e la causa non è ancora pienamente identificabile, anche se sono state scoperte alcune sindromi genetiche che rivelano una possibile predisposizione alla comparsa di tumori cerebrali gliali. La neoplasia cerebrale interessa la sfera temporale del encefalo con presenza di disturbi della fasia, della visione, di crisi epilettiche . Sono paziente sottoposti a chemioterapia e radioterapia in un reparto di degenza, dopodiché in una struttura riabilitativa specializzata.
Possiedono una famiglia e dei figli maggiorenni, sono attivi socialmente ed appartengono a dei gruppi culturali e spirituali.[/i]
[/b]
Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti