Perché avete scelto di diventare/essere infermieri?

Forum di discussione generale per gli infermieri
Regole del forum
La domanda è il punto di partenza per arrivare ad una o a tante risposte.
Condividi la tua discussione preferita.
Avatar utente
Sheldor
User
User
Messaggi: 109
Iscritto il: 01/07/2014, 13:45

Perché avete scelto di diventare/essere infermieri?

Messaggio da leggere da Sheldor » 20/08/2015, 10:25

Ciao a tutti! La mia domanda è rivolta agli infermieri ma anche agli studenti di infermieristica.
Perché avete scelto di intraprendere questo percorso? Quali motivazioni vi hanno spinto? Perché diventare/essere infermieri?

Io decisi di iscrivermi al corso di laurea in infermieristica subito dopo aver terminato le superiori. Inizialmente non sapevo quale percorso sarebbe stato adatto per me, così mi sono ritirato in montagna per una settimana a pensare e ragionare. Ho pensato alle mie qualità e ai miei difetti, ho ragionato sul tipo di lavoro che mi sarebbe e non mi sarebbe piaciuto (es. lavoro di ufficio), ho pensato alle sfide che avrei voluto superare.
Mi sono ricordato di alcune situazioni particolari del mio passato in cui mi sono trovato a soccorrere, prestare aiuto a persone in difficoltà e a come mi hanno fatto sentire queste situazioni.
Alla fine ho individuato nella figura dell'infermiere il lavoro ideale. Non il medico, sia perchè non ero pronto a studiare per così tanti anni, sia perchè lo vedevo un lavoro poco applicativo, poco pratico, distante dal paziente.

Mi piacerebbe sapere come -in passato- avete fatto a prendere questa importante decisione (se possibile senza farvi condizionare dalle vostre sensazioni attuali, non mi interessa sapere se siete pentiti o convinti di aver fatto la scelta giusta). : Sailor :

Nota: ho scritto diventare/essere infermieri, ma non voglio aprire in questo thread una discussione sul "si è infermieri o si può diventare infermieri?"

Grazie mille a tutti coloro che condivideranno la loro storia! : Thanks :
”L’assistenza è un'arte; e se deve essere realizzata come arte, richiede una devozione totale e una preparazione, come qualunque opera di pittore o scultore, con la differenza che non si ha a che fare con una tela o un gelido marmo, ma con il corpo umano, il tempio dello Spirito di Dio. E’ una delle belle arti, anzi la più bella delle arti“.
Florence Nightingale

pablo
New User
New User
Messaggi: 64
Iscritto il: 01/06/2010, 14:36

Re: Perché avete scelto di diventare/essere infermieri?

Messaggio da leggere da pablo » 20/08/2015, 10:34

Ho scelto di diventare infermiere perché ai tempi era un modo per poter trovare facilmente lavoro e siccome mio padre doveva contemporaneamente mantenere 2 figli all'università, pensai che fosse la scelta più appropriata per ottenere un pezzo di carta e trovare lavoro al tempo stesso....mai scelta fu così sbagliata!!!! Se ci penso adesso.....avrei scelto una laurea seria e piuttosto trovare un lavoretto part-time

Avatar utente
Dearg-Due
User Senior
User Senior
Messaggi: 2976
Iscritto il: 27/07/2009, 16:56
Lavoro e cerco...: Ho sbagliato lavoro.

Re: Perché avete scelto di diventare/essere infermieri?

Messaggio da leggere da Dearg-Due » 20/08/2015, 13:07

In 3°liceo scientifico non studiai nulla e bocciai.
Sul momento non ebbi intenzione di ripetere l'anno quindi, essendo appassionato di medicina, mi iscrissi alla Scuola Infermieri Professionali, forse l'errore più grande della mia vita.
(mentre facevo tale scuola presi la maturità scientifica n.d.r.)
Mai avuto la vocazione nè alcun interesse nella professione.
Non date retta a quello che scrivo

pablo
New User
New User
Messaggi: 64
Iscritto il: 01/06/2010, 14:36

Re: Perché avete scelto di diventare/essere infermieri?

Messaggio da leggere da pablo » 20/08/2015, 13:15

Dearg-Due ha scritto:In 3°liceo scientifico non studiai nulla e bocciai.
Sul momento non ebbi intenzione di ripetere l'anno quindi, essendo appassionato di medicina, mi iscrissi alla Scuola Infermieri Professionali, forse l'errore più grande della mia vita.
(mentre facevo tale scuola presi la maturità scientifica n.d.r.)
Mai avuto la vocazione nè alcun interesse nella professione.
Inorridisco quando sento parlare di vocazione per fare l'infermiere!!!

Avatar utente
Sheldor
User
User
Messaggi: 109
Iscritto il: 01/07/2014, 13:45

Re: Perché avete scelto di diventare/essere infermieri?

Messaggio da leggere da Sheldor » 20/08/2015, 15:52

Dearg-Due ha scritto: Mai avuto la vocazione nè alcun interesse nella professione.
Dearg-Due ti faccio una domanda, spero di non essere invadente. Perché ti sei iscritto a questo forum e hai partecipato così tanto alle discussioni? La mia è semplice curiosità, lo ammetto... ma spesso leggo i tuoi commenti e non capisco bene la tua posizione nei confronti dell'infermieristica. E' una specie di rapporto "amore e odio"?

Scusa la domanda, puoi mandarmi a quel paese senza problemi : Sailor : : Sailor :
”L’assistenza è un'arte; e se deve essere realizzata come arte, richiede una devozione totale e una preparazione, come qualunque opera di pittore o scultore, con la differenza che non si ha a che fare con una tela o un gelido marmo, ma con il corpo umano, il tempio dello Spirito di Dio. E’ una delle belle arti, anzi la più bella delle arti“.
Florence Nightingale

Avatar utente
Dearg-Due
User Senior
User Senior
Messaggi: 2976
Iscritto il: 27/07/2009, 16:56
Lavoro e cerco...: Ho sbagliato lavoro.

Re: Perché avete scelto di diventare/essere infermieri?

Messaggio da leggere da Dearg-Due » 20/08/2015, 18:10

Sheldor ha scritto:
Dearg-Due ha scritto:Dearg-Due ti faccio una domanda, spero di non essere invadente. Perché ti sei iscritto a questo forum e hai partecipato così tanto alle discussioni? La mia è semplice curiosità, lo ammetto... ma spesso leggo i tuoi commenti e non capisco bene la tua posizione nei confronti dell'infermieristica. E' una specie di rapporto "amore e odio"?

Scusa la domanda, puoi mandarmi a quel paese senza problemi : Sailor : : Sailor :
Questo forum è l'ultimo in ordine di tempo a cui mi sono iscritto, prima ne frequentavo altri due, uno pessimo e un altro ha chiuso perchè era diventato ridicolo.
Poi Franco ha avuto la brillantissima idea di aprire questo ed eccomi qui.

Hai fatto una domanda sensatissima, altro che storie.
E sì, è un rapporto amore-odio il mio con la professione infermieristica.
Posto che avrei voluto diventare anestesista, da sempre, fin da piccolo eh, come già detto ho fatto l'Infermiere per ripiego, per caso.
Poi mi sono iscritto a Medicina ma per una serie di motivi infiniti non ho potuto frequentare fino in fondo (nel frattempo avevano messo la frequenza obbligatoria che lavorando era impossibile da rispettare, mi ero sposato, altre cose e varie ed eventuali).
Così, seppur già avessi le stesse idee utopistiche sull'evoluzione infermieristica fin da "allievo" (pensavo "ma possibile che a tutti gli Infermieri vada bene questa situazione ???"), un giorno dissi bèh boh vediamo se ci sono novità nel nostro campo, se finalmente le cose possono cambiare, quindi comincia a lurkare il web per capire se ci fossero novità in questo campo.
Incazz... ehm affascinato da alcuni discorsi che lessi qua e là, mi iscrissi al primo e cominciai la carriera di forumista.

Posto che nessun paese è perfetto, e che anche all'estero hanno i loro begli scazzi, problemi e stupidaggini organizzative ed amministrative, scoprii che in alcuni posti l'Infermiere godeva di prestigio, stima e autonomia professionale, oltre ad essere impiegato in ruoli che qui sono pura fantascienza (ma basta andare in Spagna, fino a poco tempo fa quasi terzo mondo, e che ora ci dà le paste, l'Infermiere è il primo nella gerarchia sanitaria subito dopo il medico mentre qui tutti i colleghi delle PS ti guardano dall'alto in basso e gli Oss rivendicano di non essere agli ordini degli Infermieri).
Per dire che, se certi ruoli esistessero anche qui, sicuramente non avrei lasciato la professione (che però, alcuni dicono che se esercitata nei ruoli che intendo io, non è più professione infermieristica, perchè evidentemente se non spadelli e non rifai i letti non si può parlare di infermieristica).
E quindi magari scrivo nei forum anche per infamare (cosa che mi diverte moltissimo) la gente che la pensa così, che hanno la mentalità missionaria, limitata e retrograda, e che rappresentano il freno della professione.
Il peggior nemico dell'Infermiere è l'Infermiere stesso.

A questo aggiungi, e non mi vergogno di dirlo, che sono presuntuoso e arrogante, che non mi piace prendere ordini da nessuno, specialmente se più stupido di me, che se lavoro devo farlo per passione e per interesse, quindi figurati come avrei potuto continuare a lavorare in ospedale in mezzo a gente incompetente, che ti segava le gambe, alla mercè di caposala culturalmente subnormali, di medici supponenti, a fare il cameriere-factotum-sgobbino agli ordini di tutti.
Almeno così era nella mia realtà 20 anni fa quando venni via.
Non date retta a quello che scrivo

pablo
New User
New User
Messaggi: 64
Iscritto il: 01/06/2010, 14:36

Re: Perché avete scelto di diventare/essere infermieri?

Messaggio da leggere da pablo » 20/08/2015, 19:16

Diciamo che rispecchi in tutto e x tutto la mia visione di professionista....e per i tuoi stessi motivi anche io ho lasciato la professione... Grazie di cuore... Pensavo di essere solo io sbagliato

IlariaNurse
New User
New User
Messaggi: 30
Iscritto il: 14/09/2014, 9:37

Re: Perché avete scelto di diventare/essere infermieri?

Messaggio da leggere da IlariaNurse » 20/08/2015, 19:35

Sicuramente il vostro mollare la professione- scelta per ripiego-gioverà a tutti noi...scusate l'amarezza, però per lo meno non demoralizzate chi ci crede ancora in un progresso.

Avatar utente
Dearg-Due
User Senior
User Senior
Messaggi: 2976
Iscritto il: 27/07/2009, 16:56
Lavoro e cerco...: Ho sbagliato lavoro.

Re: Perché avete scelto di diventare/essere infermieri?

Messaggio da leggere da Dearg-Due » 20/08/2015, 19:53

IlariaNurse, siamo noi quelli che crediamo nel progresso, altrimenti non saremmo così amareggiati e arrabbiati, solo che ormai a quasi 49 anni, come dico nel mio profilo, non ne posso aspettare altri 20 anni per vedere realizzato il sogno di diventare Nurse Anesthetist, se mai ci arriveremo ad avere una tale figura in questo ex-Belpaese.
Ho fatto prima a prendere un'altra laurea e a cambiare professione.
Per te forse le cose cambieranno in tempo utile a goderne i benefici, ma nulla cambierà epocalmente nel breve periodo, e io ormai il core della vita professionale l'ho passato.
Non potevo continuare a logorarmi inutilmente sperando in qualcosa che non sarebbe mai potuto arrivare.
E prevedo che se non ci sarà un'unificazione delle competenze e delle figure a livello europeo, ovvero un obbligo impartito dall'UE di definire e realizzare certe professionalità, cambierà poco anche nel medio periodo, perchè in Italia se aspettiamo che sia il buonsenso e la lungimiranza dei politici e degli amministratori a cambiare le cose, buonanotte.
Non date retta a quello che scrivo

Avatar utente
Dearg-Due
User Senior
User Senior
Messaggi: 2976
Iscritto il: 27/07/2009, 16:56
Lavoro e cerco...: Ho sbagliato lavoro.

Re: Perché avete scelto di diventare/essere infermieri?

Messaggio da leggere da Dearg-Due » 20/08/2015, 19:54

Pablo, e tu che fai ora ???
Pure io lieto di non essere la solita mosca bianca : Thumbup :
Grazie anche a te.
Non date retta a quello che scrivo

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti